Il 70% di quelli trattati con Heberferon erano negativi dopo quattro giorni

Print Friendly, PDF & Email

L’introduzione di HeberFERON nel protocollo cubano per COVID-19 ha ridotto il tempo di dimissione medica da 14 a nove giorni, e ora è di sette giorni.

Lo studio clinico Esperanza ha confermato la superiorità dell’Heberferon, ottenendo la negatività della SARS-COV-2 entro quattro giorni dal trattamento in più del 70 per cento dei pazienti con COVID-19, ha riferito su Twitter il Centro cubano di ingegneria genetica e biotecnologia (CIGB).

Grazie ai risultati e alle sue proprietà antivirali e immunomodulanti, è stato approvato per essere incorporato come prima opzione di trattamento nel protocollo di azione nazionale stabilito dal Ministero della Salute Pubblica (Minsap).

Il CIGB ha sottolineato che l’introduzione dell’Heberferon nel protocollo cubano contro il covid-19 ha permesso di ridurre il tempo di dimissione medica da 14 a nove giorni, e attualmente a sette giorni.

Ha anche spiegato che dal primo decennio di questo secolo si sa che la combinazione di interferoni Alfa e Gamma potrebbe essere molto efficace contro i coronavirus.

CIGB ha ricordato che l’Heberferon è la combinazione farmaceutica di interferoni umani ricombinanti Alpha 2B e Gamma, ed è indicato per trattare i carcinomi basocellulari e come antivirale nel controllo del COVID-19. Ha aggiunto che, con più di tre decenni di esistenza, l’uso dell’interferone Alpha 2B si è evoluto in modo soddisfacente, in linea con i requisiti normativi e farmaceutici.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...