55 anni fa, il Comandante Ernesto Che Guevara arrivava in Bolivia

Print Friendly, PDF & Email

Il 3 novembre 1966, il Che, sotto l’identità dell’uruguaiano Adolfo Mena, arrivò a La Paz, Bolivia, accompagnato dal cubano Alberto Fernández Montes de Oca, Pachungo.

Aveva lasciato Cuba per Mosca il 23 ottobre con un passaporto diplomatico a nome di Luis Hernández Gálvez, funzionario dell’Istituto Nazionale di Riforma Agraria. Poi, il 25 ottobre, si è recato a Praga con un passaporto uruguaiano a nome di Ramón Benítez Fernández.

Da lì viaggiò in treno fino a Vienna sotto l’identità di Adolfo Mena González, con cui arrivò in Bolivia via Brasile il 3 novembre 1966, portando, oltre al passaporto, una credenziale con il timbro della Direzione Nazionale dell’Informazione della Presidenza della Repubblica di Bolivia, che lo presentava come inviato speciale dell’OSA.

Il giorno seguente si incontrò con i cubani Harry Villegas, “Pombo”, e José María Martínez Tamayo, “Papi”, che da mesi erano in Bolivia per coordinare la creazione del futuro movimento di guerriglia.

#PorSiempreChe #centrochecuba #CheGuevara #HLVS

#HastaLaVictoriaSiempre #CheenBolivia #guerrilladelCheenBolivia

Le Foto

Fonte: Centro Che Cuba

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Gianfranco ha detto:

    Semper fidelis