Il Ministro degli Esteri cubano sottolinea il fallimento delle interferenze e delle operazioni destabilizzanti contro l’isola

Print Friendly, PDF & Email

Così com’è avvenuto a Trump con i suoi tentativi di colpo, in Venezuela, i settori anticubani hanno condotto il Presidente Biden al fallimento delle operazioni d’ingerenza, destabilizzazione e disinformazione, ha segnalato martedì 7 il ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla, dal suo account ufficiale in Twitter.

«Coloro che rispondo al governo che tanto ci aggredisce non possono nascondere che a Cuba non hanno appoggio popolare», ha aggiunto il Cancelliere, che ha condannato e denunciato in diversi scenari internazionali l’ingerenza del Governo statunitense nei temi interni dell’Isola.

È stata utilizzata una poderosa macchina di comunicazione, ha segnalato, per ricreare un scenario inesistente, mostrando Cuba come uno Stato fallito.

Parlando al corpo diplomatico accreditato in Cuba, il ministro delle Relazioni Pubbliche ha affermato che di recente sono state realizzate 29 dichiarazioni di funzionari e politici statunitensi dal 22 settembre, indirizzate a stimolare, orientare e istigare azioni di destabilizzazione a Cuba e che di fronte a queste attitudini la nostra nazione non permetterà l’aggressione persistente di Washington.

Ugualmente ha segnalato che il finanziamento federale degli Stati Uniti per la guerra contro Cuba, – che è una guerra economica, politica, commerciale, finanziaria e inoltre non convenzionale-, è stato incrementato e fluisce in maniera permanente.

Il cancelliere ha denunciato che l’aggressione dall’esterno, con l’uso di agenti interni reclutati, finanziati e organizzati da questo Governo vuole pregiudicare la riapertura economica e sociale del paese.

Fonte: Granma

Traduzione: cubainformazione.it

Potrebbero interessarti anche...