La consultazione popolare sulla bozza del Codice della Famiglia inizierà a febbraio

Print Friendly, PDF & Email

La consultazione popolare sul progetto di Codice della Famiglia avrà luogo nei mesi di febbraio, marzo e aprile, ha annunciato oggi Alina Balseiro Gutiérrez, presidente del Consiglio Nazionale Elettorale.

Durante le attività che precedono l’ottavo periodo ordinario di sessioni dell’Assemblea nazionale del potere popolare (ANPP) nella sua nona legislatura, il funzionario ha segnalato che in gennaio sarà data una formazione alle autorità elettorali delle circoscrizioni, alle commissioni speciali e ai gruppi di trattamento delle informazioni.

Sono previsti anche incontri con l’ANPP per chiarire le questioni organizzative e alla fine del mese si terrà un esercizio pratico con la partecipazione delle commissioni di circoscrizione.

Per questo processo democratico, sono stati determinati 78.110 punti d’incontro nelle comunità, ai quali parteciperanno i giuristi, e ogni elettore avrà il diritto di portare le sue proposte, sia per la modifica, l’aggiunta, l’eliminazione o i dubbi, favorevoli e altri, ha aggiunto.

Balseiro Gutiérrez ha assicurato che l’assicurazione e i locali sono identificati, così come i collaboratori e i supervisori per la necessaria trasparenza e controllo di questa attività.

Ha anche annunciato che è stata creata una commissione speciale nel Ministero degli Affari Esteri (Minrex) per elaborare le risposte rilasciate nelle ambasciate e dai collaboratori all’estero, e che una pagina web creata dal Ministero raccoglierà le opinioni dei cubani che vivono all’estero.

La costituzione e il giuramento dei membri delle commissioni elettorali speciali del Minrex e del Ministero delle Forze Armate Rivoluzionarie è previsto dal 24 al 30 di questo mese.

Inoltre, ha continuato, la popolazione potrà inviare le sue valutazioni alla casella di posta elettronica creata dall’ANPP, e l’Università di Scienze Informatiche ha sviluppato un’applicazione che contribuisce alla preparazione degli elettori.

Allo stesso modo, due sistemi informatici (XISCOP e GEMA-CEN) sono stati garantiti per questo processo, sui quali sono state effettuate prove pilota per verificarne il funzionamento, con risultati soddisfacenti.

Le proposte dovrebbero essere consegnate al Parlamento cubano nel mese di maggio, per l’elaborazione e il consolidamento, e prima saranno effettuate due revisioni informative, ha aggiunto il presidente del Consiglio Nazionale Elettorale.

I parlamentari hanno sottolineato che nelle consultazioni popolari ogni persona è totalmente libera di esprimere la sua opinione o il suo criterio e che nessuna discussione deve essere stabilita con gli elettori a causa delle loro considerazioni.

https://youtu.be/waRavWPf1UU

Fonte: CubaSi

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...