Un nuovo scandalo scuote la leadership di estrema destra del Venezuela

Print Friendly, PDF & Email

Secondo un rapporto del sito web Últimas Noticias, uno dei presunti giudici, Luis Ramos, ha detto a un giornalista dell’opposizione che la causa sarebbe per il mancato pagamento di coloro che svolgono queste funzioni nell’interim guidato dall’ex deputato.

“Quello che si dice nelle reti sulla causa di questo tribunale è assolutamente vero. I magistrati nominati dall’Assemblea Nazionale nel 2017 (ora defunta), non abbiamo mai ricevuto un centesimo”, ha detto Ramos alla stampa.

Secondo il rapporto, il presunto funzionario del governo virtuale di Guaidó ha assicurato che la denuncia non sarà solo contro l’interim, ma anche contro l’Office of Foreign Assets Control (OFAC) statunitense.

Le cifre ufficiali rivelano che i sedicenti funzionari del governo virtuale oscillano tra le 1.600 e le 2.000 persone, che ricevono uno stipendio medio annuo di 100.000 dollari, il tutto depredato dai beni e dai conti del paese all’estero.

Da parte sua, il politologo dell’opposizione Ricardo Sucre ha spiegato che questo è anche ciò che portali web, giornalisti, analisti, influencer, celebrità, accademici, in un ecosistema che è alimentato da 153 milioni di dollari.

Tutti questi finanziamenti e azioni hanno l’approvazione della Casa Bianca, che fornisce anche denaro rubato dal Venezuela per finanziare l’opposizione nel suo tentativo di rovesciare il presidente costituzionale Nicolás Maduro.

Il giorno prima, l’ex presidente colombiano Juan Manuel Santos, che era uno dei più fervidi sostenitori dell’autoproclamato presidente, ha riconosciuto che è stato un grave errore sostenere l’ex deputato.

In dichiarazioni al giornale colombiano El Tiempo, il politico ha detto che “la cosiddetta ‘opzione Guaidó’ è fallita quando è nata. Questa è stata una delle più grandi stupidaggini diplomatiche degli ultimi tempi. Purtroppo, la Colombia era uno dei suoi più entusiasti promotori”.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...