Università con un ruolo sociale attivo e non focalizzata nell’elite

Print Friendly, PDF & Email

Il 13° Congresso Universitario Internazionale 2022 si svolgerà dal 7 all’11 febbraio a L’Avana, con il tema Università e innovazione per uno sviluppo sostenibile e inclusivo e la cui conferenza inaugurale: Gestione del governo basata su scienza e innovazione: progressi e sfide, sarà tenuta dal Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez.

Il fatto che la produzione accademica delle università si esprima, con impatto crescente, nel consolidamento di un’efficace ed efficiente impresa statale socialista e aiuti a rafforzare i nuovi attori economici, è una di quelle vie urgenti che aiutano il paese, nella sua resistenza creativa, ad accelerare il suo sviluppo con piena sovranità.

Data la sua importanza, l’argomento sarà discusso al 13° Congresso Universitario Internazionale 2022, che avrà luogo dal 7 all’11 febbraio a L’Avana, e la cui conferenza inaugurale: Gestione del governo basata su scienza e innovazione: progressi e sfide, sarà tenuta dal Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, secondo una conferenza stampa di ieri.

Sotto lo slogan Università e innovazione per uno sviluppo sostenibile e inclusivo, il programma dell’evento include cinque forum tematici, 25 workshop e sette simposi, ai quali parteciperanno circa 140 delegati di 23 paesi (confermati), oltre a ministri e viceministri di varie nazioni, tra cui Russia, Venezuela, Messico, Ucraina, Spagna e Cina.

Intellettuali del calibro di Frei Betto e Atilio Borón daranno prestigio all’evento, in cui Frances Pedró, direttore dell’Istituto Internazionale per l’Educazione Superiore in America Latina e nei Caraibi dell’Unesco, terrà anche una conferenza.

È stato specificato che la delegazione cubana sarà ridotta nella sua variante faccia a faccia, anche se la partecipazione sarà massiccia grazie alla connessione virtuale da ogni università dell’arcipelago.

Oltre a insistere sul fatto che garantiranno la stretta osservanza dei protocolli di sorveglianza epidemiologica, il viceministro dell’istruzione superiore, la dottoressa Miriam Alpízar Santana, ha detto che l’Università 2022 sarà uno spazio di “condivisione di esperienze, buone pratiche, apprendimento e insegnamento, compreso ciò che l’università ha contribuito alla lotta contro il COVID-19”, con i suoi studenti e professori direttamente collegati ai centri di isolamento, prova del suo ruolo sociale attivo, e non contemplativo o elitario.

Oltre a insistere sul fatto che sarà assicurato il rigoroso rispetto dei protocolli per la sorveglianza epidemiologica, il viceministro dell’istruzione superiore, dottore in scienze Miriam Alpízar Santana, ha annunciato che l’Università 2022 sarà uno spazio per “condividere esperienze, buone pratiche, apprendimento e insegnamento, compreso ciò che l’università ha contribuito alla lotta contro il COVID-19”, con i suoi studenti e professori direttamente collegati ai centri di isolamento, testimonianza del suo ruolo sociale attivo, e non contemplativo o elitario.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...