San Remo Music Awards di Cuba: voci sulla stampa italiana

Print Friendly, PDF & Email

Lo svolgimento del festival San Remo Music Awards a Cuba ha recentemente mobilitato l’opinione pubblica, poiché un’ondata di manipolazione mediatica ha incontrato la risposta della comunità internazionale, che oggi ha aggiunto la sua voce in Italia.

La conferma delle date dell’evento dal 5 al 10 aprile è stata ampiamente riportata da giornali, riviste e agenzie in Svizzera, Russia, Argentina, Paraguay, Germania, Stati Uniti, Spagna, Francia, Messico, tra le altre nazioni, nonostante i tentativi di boicottaggio perpetrati dalle reti sociali.

In questa occasione, una dozzina di media italiani hanno alluso all’argomento, replicando l’intervista al promotore dell’evento e direttore artistico generale della manifestazione Jorge Luis Robaina, pubblicata sul sito di Cubarte con il titolo Sanremo: un festival necessario per Cuba, così come altri testi relativi al festival.

La selezione include pubblicazioni dei quotidiani online El Corriere della Sera, Picchio News, Umbria Journal, Notizie Nazionali, LSD Magazine Il Vostro Pezzo Mancante, Udite-Udite, Geos News, Dietro la Noticia, tra gli altri.

Gli articoli evidenziano l’agenda dell’incontro, che renderà omaggio postumo alla cantautrice, compositrice, ballerina e coreografa italiana Raffaella Carrà, e la presenza dell’imprenditore italiano Nicola Convertino e del manager artistico Flavio Ferrari.

Da parte sua, Picchio.news ha evidenziato il legame culturale tra le due nazioni che sarà reso manifesto nelle azioni concepite in luoghi dell’Avana come il Teatro Nacional, il Club 500 e l’Hotel Nacional de Cuba, nonostante le opinioni opposte.

Ha anche notato le dichiarazioni di Convertino sul festival, che considera Cuba un palcoscenico importante per cementare le collaborazioni con i più importanti esponenti della musica cubana e latina.

Secondo Robaina in una conferenza stampa, l’evento è destinato fin dal suo inizio a rafforzare le relazioni culturali, mentre l’internazionalizzazione del talento di giovani professionisti e dilettanti attraverso il concorso, progettato da Convertino, e prendendo il famoso festival della canzone italiana Sanremo come punto di riferimento.

Due anni fa sono iniziati i lavori per allestire il festival, per la prima volta sull’isola e in America Latina, con paletti professionali e ambizioni commerciali, con un calendario di incontri preventivi con rappresentanti e artisti stranieri, alcuni dei quali hanno cancellato la loro presenza per la pressione dei media.

Robaina ha assicurato che il festival avrà luogo e non ha altre letture oltre a rafforzare lo scambio culturale tra Cuba e l’Italia e dare un regalo al popolo cubano, meritevole di questo tipo di spettacolo, mentre ha spiegato che la formazione degli artisti nazionali e stranieri confermati sarà annunciata in un secondo momento.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...