Cuba, due anni contro il Covid-19

Print Friendly, PDF & Email

Cuba, come gran parte del resto del mondo, è rimasta vigile alla città cinese di Wuhan, nella provincia di Haiwei, mentre si studiavano i casi di una nuova grave malattia respiratoria.

Identificato dal dicembre 2019 e inizialmente caratterizzato da una polmonite insolita, è emerso con un’aggressività e un’espansione inusuali che hanno portato l’Organizzazione Mondiale della Sanità a dichiararlo pandemico.

Già nel primo mese del 2020, la nazione caraibica aveva elaborato un piano di prevenzione e controllo per affrontare il nuovo coronavirus, chiamato SARS-CoV-2, che ha causato il Covid-19, non appena è stato confermato.

Lo stesso Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, ha favorito la gestione integrata del governo, del Ministero della Salute Pubblica (Minsap) e di altri fattori e addirittura, prima della presenza dell’agente patogeno sul territorio, ha creato un gruppo di lavoro scientifico.

https://youtu.be/-7bH3zSePhk

I protocolli medici stabiliti e le azioni attuate hanno salvato migliaia di vite, inviando 57 brigate di cooperazione medica in 41 territori in America Latina e Caraibi, Africa ed Europa.

Cuba, da un giorno come oggi, due anni fa, ha dovuto affrontare il doppio impatto della crisi sanitaria e il blocco imposto dagli Stati Uniti, intensificato con 243 misure durante l’amministrazione di Donald Trump (2017-2021).

Nonostante la significativa mancanza di risorse, la sorveglianza dei sospetti e dei contatti, così come il ricovero precoce e il trattamento dei casi confermati, i tre vaccini sviluppati per cinque candidati, tra gli altri, hanno portato a risultati innegabili.

https://youtu.be/c-b4SaAZCTE

Due anni dopo che i primi casi di Covid-19 sono stati rilevati nel paese, Prensa Latina offre una cronologia delle tappe principali, eventi che si sono verificati senza il collasso del solido sistema sanitario pubblico e dell’industria farmaceutica dell’isola.

11 marzo 2020

I primi casi importati del nuovo coronavirus SARS-CoV-2 rilevati a Trinidad. Un giorno prima erano stati identificati quattro turisti della regione italiana della Lombardia con sintomi respiratori, che alloggiavano in un ostello nella città di Trinidad, provincia di Sancti Spiritus, e che erano arrivati all’aeroporto internazionale “José Martí” dell’Avana.

Sono stati immediatamente ricoverati all’Istituto di Medicina Tropicale Pedro Kourí (IPK). Il laboratorio nazionale di riferimento dell’IPK ha riferito che tre dei quattro turisti isolati erano risultati positivi al patogeno.

https://youtu.be/0kOJXv4uZ3g

Lo stesso giorno, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dichiarava il Covid-19 una pandemia.

16 marzo 2020

Cuba autorizza l’attracco della nave da crociera britannica MS Braemar, dopo aver ricevuto rifiuti da diversi porti della regione. La decisione è stata presa in risposta a un’emergenza sanitaria, poiché solo un piccolo numero di viaggiatori confermati con Covid-19 erano a bordo.

https://youtu.be/fH7dIz1XGbc

18 marzo 2020

Primo cubano infettato: un giovane che vive nella provincia centrale di Villa Clara, infettato da sua moglie, una donna boliviana arrivata pochi giorni fa dalla Lombardia, Italia.

Il paziente italiano diventa il primo cubano a morire a causa del Covid-19.

22 marzo 2020

Per la prima volta nella storia, una brigata di 52 specialisti (36 medici, 15 infermieri laureati e uno specialista in logistica) anch’essi appartenenti al contingente Henry Reeve arriva in Lombardia, il centro dell’infezione in Italia, sabato 22 marzo, in un atto di incomparabile umanesimo.

https://youtu.be/oMevEflarJU

24 marzo 2020

Il governo di Cuba annuncia la cancellazione di tutti gli atti storici di massa, eventi e commemorazioni.

27 marzo 2020

Primo evento di trasmissione locale sull’isola, avvenuto a Matanzas, legato a uno dei casi diagnosticati il 21 marzo.

29 marzo 2020

Il 29 marzo, il secondo evento di trasmissione locale di COVID-19 è stato identificato nella comunità di Camilo Cienfuegos, comune di Consolación del Sur, nella provincia di Pinar del Río.

Inizio aprile 2020

Il presidente del Gruppo dell’Industria Biotecnologica e Farmaceutica Cubana (BioCubaFarma), Eduardo Martinez, ha commentato di aver appena avuto una riunione con la direzione del paese, che gli ha chiesto quando potranno cominciare ad essere prodotte prove scientifiche per un vaccino cubano che garantisca la sovranità del paese.

https://youtu.be/aA3_lm7janE

6 aprile 2020

Per la prima volta, più di 1.000 test PCR (reazione a catena della polimerasi) eseguiti in un giorno a Cuba

7 aprile 2020

Decretano una fase di trasmissione autoctona limitata. Con il verificarsi di sei eventi di trasmissione locale, Cuba è entrata nella seconda fase del Piano Nazionale di Prevenzione e Controllo del nuovo coronavirus, conosciuta come la fase di trasmissione autoctona limitata.

19 maggio 2020

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel Bermúdez ha visitato il Centro Cubano di Neuroscienze (Cneuro) e ha notato gli sforzi fatti per produrre ventilatori meccanici.

20 luglio 2020

Cuba non ha registrato nessun nuovo caso di Covid-19 tra i campioni analizzati, né ci sono stati casi gravi, critici o morti in quel giorno.

20 agosto 2020

La strategia per lo sviluppo di Soberana 01, il primo candidato vaccino cubano contro il Covid-19 autorizzato a iniziare le prove cliniche, è stata presentata ufficialmente al Palazzo della Rivoluzione, durante un incontro tra il Presidente Miguel Díaz-Canel e gli scienziati ed esperti che lavorano direttamente nella lotta contro l’epidemia.

https://youtu.be/iyCuvAnSdTE

Il progetto, sviluppato dal Instituto Finlay de Vacunas, ha ricevuto l’autorizzazione per gli studi clinici di fase I/II, iniziati il 24 ottobre e conclusi alla fine di ottobre.

29 ottobre 2020

L’ente regolatore ha approvato l’inizio della sperimentazione di fase I del candidato Soberana 02, e il 26 novembre sono stati approvati gli studi clinici con Mambisa e Abdala.

https://youtu.be/Y5ZXjCisL_I

5 gennaio 2021

L’Instituto Finlay de Vacunas ha firmato una collaborazione con l’Istituto Pasteur dell’Iran per il co-sviluppo del vaccino Soberana in Iran.

2 febbraio 2021

Più di 1.000 persone con Covid-19 (1.44) sono segnalate per la prima volta, il più alto numero di casi confermati per un singolo giorno in quel momento.

10 febbraio 2021

Cuba annuncia il primo lotto di 150.000 dosi di Soberana 02 al Centro Nazionale di Biopreparazioni (BioCen), e la sua Fase III è iniziata l’8 marzo, il primo vaccino latinoamericano a raggiungere questo punto.

13 marzo 2021

L’autorità di regolamentazione iraniana autorizza l’uso del candidato Soberana 02, con l’arrivo di 100.000 dosi prodotte a Cuba.

19 marzo 2021

Il Centro per il controllo statale dei medicinali, delle attrezzature e dei dispositivi medici (Cecmed) approva una sperimentazione clinica di fase III del candidato vaccino Abdala.

17 maggio 2021

Il Minsap dell’isola ha approvato un intervento sanitario con Abdala e Soberana 02 che includeva operatori sanitari, il gruppo imprenditoriale BioCubaFarma, studenti di scienze mediche e altri gruppi vulnerabili, selezionati per gradi.

https://youtu.be/jIDsyDE3Ls8

14 giugno 2021

Cecmed approva la sperimentazione di fase I/II con Abdala e Mambisa per i soggetti convalescenti.

9 luglio 2021

Cecmed annuncia l’autorizzazione per l’uso di emergenza del vaccino cubano Abdala (vaccinazione di massa) dopo aver confermato che soddisfa i requisiti di qualità, sicurezza ed efficacia.

https://youtu.be/1pKdbXtZmkA

Abdala è diventato il primo vaccino Covid-19 in America Latina ad ottenere tale approvazione.

21 luglio 2021

Una squadra dell’Ufficio dell’Organizzazione Panamericana della Sanità a Cuba, guidata dal rappresentante José Moya, ha visitato il Centro Nazionale di Ricerca Scientifica (CNIC) per tenere uno scambio tecnico relativo ai risultati di efficacia del vaccino Abdala e dei candidati vaccini Soberana 02 e Soberana Plus. Tra gli obiettivi della riunione c’era quello di discutere come avanzare nel processo di prequalificazione dell’OMS per gli immunogeni nazionali.

1 agosto 2021

Cuba riporta 9.279 casi positivi, più di 94.000 ricoveri, 68 morti a causa della malattia.

15 agosto 2021

Il ministro della salute pubblica, José Ángel Portal, riferisce che la copertura di ossigeno medico è limitata nei centri sanitari di Cuba a causa di un guasto al principale impianto di produzione. La situazione ha generato una crisi la cui soluzione è stata resa possibile dalla solidarietà internazionale e dal lavoro coordinato di varie istituzioni del paese, tra cui il Ministero delle Forze Armate Rivoluzionarie.

https://youtu.be/cANi10oCQtI

20 agosto 2021

Per il Covid-19, sono stati prelevati 48.705 campioni e 9.740 sono risultati positivi, il picco più alto del paese.

3 settembre 2021

Il Cedmec ha concesso l’uso di emergenza di Soberana 02 per la popolazione pediatrica a partire dai due anni di età.

https://youtu.be/bBZ-QJPA97Q

18 settembre 2021

Il Vietnam ha approvato l’uso di emergenza di Abdala.

22 settembre 2021

L’autorità di regolamentazione cubana ha concesso l’uso di emergenza di Soberana Plus nei convalescenti.

https://youtu.be/SoxFESJNvb4

28 settembre 2021

42,91 per cento della popolazione cubana vaccinata, che insieme ad altre misure porta ad una diminuzione dell’incidenza della malattia.

2 ottobre 2021

Il Nicaragua ha autorizzato l’uso di emergenza di Soberana e Abdala, e il 21 ottobre sono arrivate nel paese 1.366.800 dosi di Abdala.

22 ottobre 2021

L’uso d’emergenza di Abdala è stato esteso per la popolazione pediatrica di 12 anni e più, e dai 27 per tutti quelli di età superiore ai due anni.

30 ottobre 2021

Sulla base di uno studio condotto all’Avana dall’11 luglio al 31 agosto, Abdala è stato segnalato come efficace al 92% contro la gravità e al 90,7% contro la morte, in uno scenario segnato dalla presenza della variante delta.

15 novembre 2021

La tendenza sostenuta verso il controllo della pandemia ha portato alla ripresa dell’anno scolastico in classe, anche con la quasi totalità della popolazione vaccinata, così come la riapertura di frontiere, aeroporti e strutture turistiche.

15 novembre 2021

Date le prove scientifiche presentate dal Centro de Ingeniería Genética y Biotecnología (CIGB) e dall’Instituto Finlay de Vacunas (IFV), i due centri che hanno sviluppato i vaccini cubani anti-Covid-19, il Cedmec ha approvato la somministrazione di una dose di richiamo a Cuba contro la malattia. La campagna di vaccinazione è iniziata con gli operatori sanitari e BioCubaFarma ed è stata poi estesa alla popolazione il 6 dicembre all’Avana.

15 novembre 2021

Cuba ospita un gruppo di volontari italiani che parteciperanno alla sperimentazione clinica Soberana Plus Torino per valutare l’immunogeno in convalescenti Covid-19 e soggetti senza storia della malattia, ma immunizzati con altri vaccini.

https://youtu.be/vTZKoAdET38

9 dicembre 2021

La prima persona confermata con il nuovo ceppo Omicron, rilevato in Sud Africa, identificato come preoccupante dall’OMS, e che presto si diffuse in tutto il paese e divenne dominante.

https://youtu.be/N9Vdp3SjLvg

25 gennaio 2022

Cuba riferisce che inizierà il processo per ottenere l’approvazione dell’OMS per i suoi vaccini Soberana 02 e Soberana Plus entro la fine del mese, avendo già iniziato la procedura per il suo immunizzatore Abdala.

8 marzo 2022

Il paese ha somministrato 35 milioni 100.904 dosi dei propri immunogeni. Nove milioni 890.964 persone sono completamente vaccinate, rappresentando l’89,3% della popolazione cubana.

Un totale di sei milioni 45.257 abitanti hanno dosi di richiamo.

https://youtu.be/XWRzC6eIDq0

Cuba detiene il primo posto nelle dosi medie giornaliere somministrate per 100 abitanti, davanti a Cile, Emirati Arabi Uniti, Cina e Brasile, secondo i dati del sito di statistiche dell’Università di Oxford, OurWorld in Data.

Con almeno una dose somministrata, l’isola segue gli Emirati Arabi Uniti e il Portogallo, e si trova davanti a Brasile, Stati Uniti, Bangladesh, Indonesia, India, Messico e Pakistan.

Nel numero totale di persone nel programma completo, Cuba rimane terza, dietro gli Emirati Arabi Uniti e il Portogallo, mentre è davanti a Cile, Singapore, Cina, Canada, Italia, Brasile e Vietnam.

9 marzo 2022

Alla fine della giornata, un totale di 7.327 pazienti erano stati ricoverati, 4.965 erano sospetti, 37 erano sotto sorveglianza e 2.325 erano confermati attivi.

Un totale di 11.203 prelievi sono stati effettuati per la sorveglianza e 561 sono risultati positivi. Cuba mantiene la tendenza al controllo della malattia.

Sono 13.195.878 campioni effettuatii e 1.075.030 positivi. Di questi, 1.064.144 pazienti sono stati guariti (99%).

Inoltre, l’isola ha ottomila 502 morti per un tasso di mortalità dello 0,79 per cento rispetto all’1,34 per cento nel mondo e all’1,78 per cento nelle Americhe.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...