Il contingente Henry Reeve premiato in Italia

Print Friendly, PDF & Email

Il contingente internazionale di medici specializzati in situazioni di catastrofi e gravi epidemie “Henry Reeve” ha ricevuto la Medaglia d’Oro al Merito, assegnata dall’Associazione Culturale Confraternita di Sant’Ambrogio.

Il presidente dell’organizzazione milanese, il dottor Guido Broich, ha consegnato il premio all’ambasciatrice cubana in Italia, Mirta Granda, a nome del gruppo sanitario noto per il suo lavoro di solidarietà in diversi paesi.

L’impegno decennale della Brigata per l’internazionalismo, portando aiuto medico ai popoli bisognosi di tutto il mondo, senza distinzioni politiche o rivendicazioni economiche, è stato uno degli argomenti del premio.

Il testo ha evidenziato come il contingente ha dovuto superare le ostilità preconcette e superare “le gravissime difficoltà imposte, unilateralmente e in violazione del diritto internazionale, dal blocco imposto a Cuba, che comprende le forniture sanitarie essenziali”.

In occasione della pandemia Covid-19, ha sottolineato, la Brigata ha immediatamente fornito assistenza, anche all’Italia, fino a diventare uno spazio di intervento molto efficace nella provincia di Crema, oltre ad altre attività nel paese.

Siamo qui per sottolineare e condividere, per quanto possibile, la nostra gratitudine per un’azione che ha toccato profondamente le nostre anime e per riflettere sul valore assoluto della salute, un diritto congenito dell’essere umano”, ha detto Broich nel suo discorso.

A questo proposito, ha citato brani del discorso tenuto dal leader storico della rivoluzione cubana, Fidel Castro, a Ginevra il 14 maggio 1998 in occasione del 50° anniversario della fondazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il presidente della Confraternita di Sant’Ambrogio ha anche fatto riferimento alle conquiste del sistema sanitario cubano, con indicatori anche superiori a quelli dei paesi economicamente sviluppati.

Ha anche riconosciuto all’ambasciatrice la “Croce di Prima Classe dei Soldati di Sant’Ambrogio”, patrono di Milano, città dove la Confraternita è stata creata nel 2010, con l’intento di approfondire e vivere nel rispetto e nello studio della tradizione europea derivata dalla sua storia millenaria.

Da parte sua, Granda ha ringraziato Broich per le sue parole riguardanti il sistema sanitario cubano, il lavoro del Contingente Internazionale “Henry Reeve” e, soprattutto, il lavoro della Rivoluzione Cubana in termini di internazionalismo, solidarietà e salute, che alla fine, ha detto, è il lavoro di Fidel Castro.

Ricevo la decorazione per il Contingente Henry Reeve con grande onore per il mio paese e quella che mi è stata data come una sfida per continuare a lavorare per ciò che Cuba ha bisogno e le relazioni bilaterali tra Cuba e l’Italia meritano, ha aggiunto.

Alla cerimonia hanno partecipato anche il vice capo del Ministero della Giustizia, Yashna Díaz, e il direttore delle Relazioni Internazionali di quell’organismo, Antonio Israel Ybarra, entrambi qui in visita di lavoro, il vicepresidente dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, Walter Persello, e dirigenti della Confraternita, tra gli altri.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...