Inizia il Congresso sull’infanzia, l’adolescenza e la gioventù

Print Friendly, PDF & Email

Convocato dal Centro de Estudios sobre la Juventud e dall’Unión de Jóvenes Comunistas, inizia oggi il Congresso internazionale dei ricercatori sull’infanzia, l’adolescenza e la gioventù.

L’evento, che durerà fino al 31 marzo, si terrà in modo ibrido: di persona al Palazzo dei Congressi dell’Avana e attraverso piattaforme digitali.

Il suo tema centrale è infanzia, adolescenza e gioventù post-COVID-19: attivismo, equità e giustizia sociale, e costituisce un’opportunità per il dibattito teorico e metodologico sugli studi relativi a queste popolazioni e l’articolazione di un discorso accademico che contribuisce al miglioramento delle politiche pubbliche per lo sviluppo globale delle giovani generazioni.

Mira anche a strutturare legami permanenti di scambio tra ricercatori e istituzioni dedicate al lavoro con bambini, adolescenti e giovani, e rafforzerà il funzionamento della Rete Nazionale di Ricercatori sulla Gioventù e i suoi legami con altre reti e istituzioni correlate.

Durante il primo giorno, la conferenza inaugurale Juventudes actuales. Risultati post-pandemia Vs politiche neoliberali, e il quadro bambini cubani. Scienza e politica in una battaglia per la vita.

Ci sarà anche un dibattito sulla gioventù di fronte alle dinamiche demografiche, la cultura e la banalità, le letture del Codice della Famiglia dalle nuove generazioni e uno sguardo all’educazione a Cuba in relazione alla serie del Calendario.

Nell’ambito del Congresso, sarà inaugurata la mostra fotografica Juventudes cubanas, 60 años en Revolución (Gioventù cubana, 60 anni nella rivoluzione).

Fonte: acn

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...