Il Consiglio Mondiale della Pace respinge il blocco Usa contro Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Socorro Gomes, presidente del Consiglio Mondiale della Pace, ha denunciato oggi l’impatto del blocco statunitense contro Cuba per più di sei decenni e ha evidenziato l’esempio dell’isola caraibica nella sua lotta per andare avanti.

“Il blocco uccide, è criminale, è unilaterale e deve finire. Gli Stati Uniti devono lasciar vivere Cuba in pace”, ha sottolineato l’attivista brasiliana nel suo intervento sul canale russo YouTube Europa per Cuba, nella sua trasmissione della maratona mediatica in solidarietà con la nazione delle Antille.

Ha indicato che per gli attivisti che lottano per la pace nel mondo, la difesa delle garanzie dei diritti di Cuba è molto importante, ha riferito l’agenzia di notizie Prensa Latina in un dispaccio da Mosca.

Ha fatto notare che Cuba ha deciso di difendersi come una nazione determinata ad essere indipendente e padrona del suo destino e ha fatto una Rivoluzione basata sui diritti e le necessità dei più umili e oppressi.

“Ha rotto con il dominio del colonialismo e dell’imperialismo statunitense e ha conquistato la sua sovranità, frutto della grande unità del suo popolo, che ha cercato di costruire una società giusta, sovrana, umanista, solidale e internazionalista sulla strada della costruzione socialista”, ha detto Gomes.

Ha ricordato che per 60 anni, la piccola isola ha dovuto affrontare gli Stati Uniti, “la potenza più crudele, perversa e il suo governo senza legge”, che continua a colpire e a cercare di soffocare la popolazione cubana, così che la disperazione porti il popolo a ribellarsi contro le loro autorità rivoluzionarie.

“È il loro modo di cercare di far piegare Cuba ai disegni egoistici del dominio egemonico. È la stessa cosa che l’imperialismo statunitense sta cercando di fare in tutto il mondo”, ha sottolineato.

Il leader latinoamericano ha detto che questa politica statunitense viene mantenuta nonostante le risoluzioni approvate dalle Nazioni Unite da 29 anni con l’appoggio della maggioranza delle nazioni del mondo, che votano contro questa mostruosità criminale.

La natura extraterritoriale delle misure del blocco permette a Washington di sanzionare aziende, banche e istituzioni che commerciano con Cuba e di portarle davanti ai tribunali statunitensi. Qual è l’obiettivo? Per rompere e sconfiggere la Rivoluzione Cubana.

Ha ricordato che questo blocco, il più lungo e crudele della storia moderna, è stato accompagnato dall’invasione mercenaria di Playa Girón, oltre ad anni di attacchi, sabotaggi e guerra mediatica. “Tuttavia, la risposta di Cuba è stata più educazione, più salute, più rivoluzione, più internazionalismo”.

Gomes ha sottolineato che la crudeltà della politica degli Stati Uniti si è mostrata agli occhi dell’opinione pubblica negli ultimi anni, quando nel mezzo della crisi causata dalla pandemia del Covid-19, ha vietato la vendita di medicine e cibo a Cuba.

Ha ricordato che mentre il mondo cercava soluzioni, quando la cooperazione e la solidarietà tra i popoli e le nazioni era più necessaria, gli Stati Uniti hanno egoisticamente inasprito le sanzioni contro l’isola e vietato la vendita di strumenti medici, mezzi di protezione sanitaria e materie prime per la produzione di medicinali.

“La risposta di Cuba a questa situazione è stata quella di lavorare con determinazione, accortezza, intelligenza e sovranità per inventare quattro vaccini contro il COVID-19”.

Ha sottolineato come in questo periodo di difficoltà per tutta l’umanità, la nazione caraibica ha dispiegato le sue brigate di professionisti della salute in tutto il mondo, aiutando vari paesi.

“In altre parole, Cuba risponde con l’umanesimo, con la solidarietà, con la cooperazione”, mentre il governo degli Stati Uniti la attacca, ha detto.

Tuttavia “l’impero decadente si è scontrato con i desideri di un popolo dignitoso e sovrano, determinato a costruire il proprio destino di fronte alla forza bruta”.

Il presidente del Consiglio Mondiale della Pace ha detto che Cuba, con il suo esempio, ha conquistato l’appoggio dei movimenti di solidarietà, così come il rispetto e l’ammirazione di tutti i popoli del mondo.

Fonte: acn

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...