Porre fine al blocco, una richiesta che continua a raccogliere voci in tutto il mondo

Print Friendly, PDF & Email

Da città degli Stati Uniti, Canada, Cile, Spagna, Timor Est, Nicaragua, Messico, Bahamas, Antigua e Barbuda, Uruguay, Belize, Finlandia, Svezia, Guatemala, Giamaica, Guinea-Bissau, Tunisia e Italia si sono uniti alla Carovana Internazionale contro il blocco portando messaggi di rifiuto contro questa politica.

Attivisti in diverse città del mondo sono tornati in piazza questa domenica per chiedere la fine del blocco statunitense contro Cuba. A questo proposito, il membro dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Ministro degli Affari Esteri, Bruno Rodríguez Parrilla, ha riconosciuto sul suo account Twitter che i ponti d’amore con il nostro popolo si stanno moltiplicando in tutto il mondo.

“Amici, compatrioti e organizzazioni di solidarietà chiedono la fine della politica di vessazione, persecuzione e soffocamento contro Cuba. Il clamore per eliminare il blocco è evidente e schiacciante”, ha aggiunto il ministro degli Esteri.

Domenica, residenti cubani e amici solidali in diverse latitudini si sono uniti alla Carovana Internazionale contro il blocco e hanno percorso le strade principali delle loro città, sia a piedi che in auto, portando messaggi di rifiuto di questa politica, che dimostra il crescente appoggio al nostro paese.

Secondo il Ministero degli Esteri cubano su Twitter, manifestazioni di solidarietà sono state segnalate in città degli Stati Uniti, Canada, Cile, Spagna, Timor Leste, Nicaragua, Messico, Bahamas, Antigua e Barbuda, Uruguay, Belize, Finlandia, Svezia, Guatemala, Giamaica, Guinea-Bissau, Tunisia e Italia.

Queste carovane globali sono iniziate nel 2019. Movimenti di solidarietà come il progetto Ponti d’Amore, il canale Europa per Cuba e Unblock Cuba, tra altri gruppi amici, hanno ribadito che le attività non finiranno finché non cesserà l’aggressione statunitense. Ogni giorno sempre più voci si uniscono alla legittima richiesta della più grande delle Antille.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...