Il turismo cubano completerà la sua ripresa entro il 2023

Print Friendly, PDF & Email

Sono stati raggiunti importanti accordi con tour operator, uomini e donne d’affari, imprenditori, catene alberghiere e compagnie aeree, che sono venuti a Cuba desiderosi di scoprire i benefici del turismo caratterizzato dalla sua sicurezza e ospitalità.

Varadero, Matanzas – Il prossimo anno sarà l’anno del recupero dell’industria del tempo libero a Cuba, e a tal fine, lo sviluppo di FitCuba-2022 segnerà un prima e un dopo, ha espresso il membro dell’Ufficio Politico e primo ministro, Manuel Marrero Cruz, che ha partecipato qui a una riunione con i maestri cubani del rum.

Dopo due anni di dura pandemia, un periodo in cui il settore turistico è stato paralizzato ovunque, va detto che il mondo inizia a muoversi e Cuba non è esente dal ripresa di questa industria, ha affermato il capo del governo, che elogiato l’interesse che Cuba ha risvegliato nei partecipanti.

Ha spiegato che sono stati raggiunti importanti accordi con tour operator, uomini e donne d’affari, imprenditori, catene alberghiere e compagnie aeree, che sono venuti a Cuba desiderosi di scoprire i benefici del turismo caratterizzato dalla sua sicurezza e ospitalità.

Per quanto riguarda il rum cubano, il primo ministro ha affermato che il fatto che sia presente in più di 125 paesi è un segno della qualità e dell’unicità che lo caratterizza, come simbolo dell’identità cubana e nazionale.

Ha chiamato a difenderlo in tutti gli scenari, perché è un prodotto che ci identifica di fronte al mondo, motivo per cui dovrebbe essere meglio conosciuto e promosso, e ha aggiunto che i ministeri dell’industria alimentare, dell’agricoltura, del turismo e della cultura dovrebbero essere integrati ed essere più proattivi in questo scopo.

https://youtu.be/-wpWVrGnMc8

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...