Costruire il socialismo è un diritto di Cuba

Print Friendly, PDF & Email

La società civile cubana ha condannato le manovre del governo statunitense in merito al Vertice delle Americhe.

L’ esclusione delle organizzazioni della società civile cubana dai  formati virtuali e presenziali del Forum della Società Civile del IX Vertice delle Americhe è stata condannata dai partecipanti al III Forum della Società Civile Cubana e Attori Sociali «Pensando Américas», che si è svolto lunedì 23 nella Biblioteca Nazionale José Martí, convocato dalla Associazione Cubana delle Nazioni Unite.

Nella dichiarazione finale dell’incontro si è affermato che la non accettazione dell’iscrizione dei rappresentanti, nonostante l’estesa domanda di registrazione presentata e l’ammissione di un numero esiguo di attori sociali, dimostra la selettività, doppi standard e politiche discriminatorie e atteggiamenti antidemocratici prevalenti negli organizzatori del Vertice.

Inoltre nella dichiarazione è stato denunciato che la decisione del governo USA nella sua qualità di paese ospitante, di attuare tale esclusione, viola i principi del rispetto della sovranità e dell’autodeterminazione dei popoli e della non ingerenza nei loro affari interni.

Il fatto che il governo degli USA neghi la possibilità di trattare presso la sua ambasciata a L’Avana i visti dei pochi attori sociali che gli organizzatori dei forum paralleli hanno approvato per partecipare al Summit, appare ugualmente ripudiata nel documento.

“Questa decisione mina gravemente i suoi obblighi come Paese ospitante, mostra il suo disprezzo per l’opinione pubblica regionale che sostiene la natura inclusiva dell’evento e riflette l’essenza della politica ostile e interventista praticata dal governo degli Stati Uniti nei confronti di Cuba, con l’obiettivo già fallito di rovesciare il sistema politico, economico e sociale che noi cubani abbiamo deciso nel pieno esercizio della nostra autodeterminazione”, afferma il comunicato.

Gli attori sociali e le organizzazioni della società civile cubana, nella loro qualità di autentici rappresentanti del popolo cubano, si sono incontrati per esprimere le loro posizioni sul tema centrale del 9° Vertice delle Americhe “Costruire un futuro sostenibile, resiliente ed equo” e sugli assi tematici considerato in quel Forum.

Alla condanna del blocco contro l’Isola e alla preoccupazione per le questioni strategiche per lo sviluppo della regione e del mondo, hanno aggiunto la riaffermazione del loro diritto “a continuare a costruire il socialismo in questa nostra amata Patria, e la decisione di continuare a costruire il futuro sostenibile, resiliente ed equo con tutti e per il bene di tutti”.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...