Il Partito Socialista Unito del Venezuela affronta una nuova fase di cambiamento

Print Friendly, PDF & Email

Dopo l’elezione e la presentazione della nuova leadership nazionale, il Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) sta affrontando un periodo di cambiamento e trasformazione.

Nell’ambito dei processi strutturali proposti per rafforzare il lavoro della più importante organizzazione politica del Paese, questa settimana è stato annunciato che l’Ufficio Politico rimane sotto la guida del Presidente Nicolás Maduro.

Il massimo organo di direzione politica della cosiddetta “tolda roja” è composto anche da Cilia Flores, Delcy Rodríguez, Jorge Rodríguez, Tareck El Aissami, Héctor Rodríguez, Adán Chávez, Carmen Meléndez, Pedro Infante, Diva Guzmán, Nahum Fernández e Francisco Torrealba.

È stato inoltre nominato un gruppo di vicepresidenti per ogni direzione e settore che, insieme all’Ufficio politico, traccerà la rotta del partito per i prossimi quattro anni.

A questo proposito, il vicepresidente dell’organizzazione, Pedro Infante, ha dichiarato: “Tutti aspiriamo ad avere un Paese rinnovato, con nuove opportunità, con prosperità e che dipenda da tutti; crediamo in una politica che vada a beneficio del popolo, e il PSUV si avvia a una nuova tappa della transizione al socialismo per costruire il Venezuela che vogliamo”.

Ha sottolineato che una delle aspirazioni dell’organizzazione è quella di costruire politiche pubbliche a partire dalla Rivoluzione Bolivariana che garantiscano i diritti del popolo e ha confermato che si sta avanzando verso una nuova fase della transizione al socialismo.

Il PSUV, ha sottolineato, riconosce che dobbiamo aggiornare e migliorare i codici di comunicazione, in modo che la gestione del governo si estenda a tutti gli abitanti, ed è per questo che ha applaudito e sostenuto il nuovo metodo 1×10 del Buon Governo*, istruito dal capo dello Stato.

Ha sottolineato che la partecipazione è fondamentale nello sviluppo odierno e ha affermato che la Rivoluzione pone l’accento sulla politica pubblica, sociale e seria come parte delle soluzioni.

“I rivoluzionari credono in questa politica, dove tutti partecipiamo, dove diamo il nostro contributo per migliorare le cose per il popolo. Vi invito a far parte della politica dei rivoluzionari, che è una politica a favore del popolo, non una politica che va a vantaggio delle élite e delle oligarchie”, ha detto.

Ha inoltre ribadito che la democrazia venezuelana è molto ricca e che la partecipazione del popolo alle decisioni nazionali è garantita e sostenuta: “abbiamo un progetto, crediamo in un Paese per tutti, crediamo in un governo che possa garantire condizioni di crescita collettiva”, ha aggiunto.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

*Il Presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha lanciato il 20 maggio 2022 il sistema 1X10 o 1 per 10 per il buon governo, che consentirà ai cittadini di segnalare problemi e mancanze nei servizi pubblici e nella gestione del governo attraverso VenApp e applicazioni simili. La Sala 1 by 10 avrà il compito di convogliare i dati ai rispettivi uffici dei sindaci e dei governatori.

Lancio del Sistema 1×10 del Buon Governo, la più alta tecnologia al servizio del popolo.

Potrebbero interessarti anche...