Bocciata in Europa la campagna di destabilizzazione contro Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Il canale Europa per Cuba ha espresso oggi una forte condanna delle azioni di destabilizzazione promosse e finanziate dagli Stati Uniti contro l’isola per imporre un cambio di regime.

In un comunicato, la piattaforma di solidarietà creata nell’ottobre 2020 ha denunciato che Washington, con l’accompagnamento dei media e delle reti sociali, sta tentando di materializzare un cosiddetto golpe morbido nella nazione delle Antille.

Gli eventi dell’11 luglio 2021 dimostrano questi tentativi, che sono falliti grazie alla determinazione del popolo cubano e alla sua volontà di difendere l’indipendenza e la Rivoluzione”, ha sottolineato riferendosi alle proteste che un anno fa includevano disordini e altri atti violenti, uno scenario che gli Stati Uniti cercano di far rivivere.

Secondo il canale, le recenti sanzioni annunciate dal governo statunitense contro i funzionari americani hanno lo scopo di generare tensione, come parte della sua politica aggressiva e imperiale.

“Tutto questo, perfettamente orchestrato, mira a minare la sovranità di Cuba e ad affossare il processo rivoluzionario iniziato dal popolo 63 anni fa”, ha avvertito il moderatore e coordinatore della piattaforma, José Antonio Toledo.

A questo proposito, ha sottolineato che Washington, con la sua crociata di destabilizzazione, oltre a mostrare cinismo, si allontana ogni giorno di più dalla realtà ed è incapace di capire che le sue aggressioni rafforzano l’unità del Paese caraibico e la sua volontà di superare le difficoltà.

Europa per Cuba ha aggiunto che questa posizione ostile moltiplica anche la solidarietà mondiale con il popolo dell’isola e la sua Rivoluzione.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...