Il presidente dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba in Azerbaigian

Print Friendly, PDF & Email

L’Ambasciata di Cuba in Azerbaigian ha partecipato durante il mese di luglio a diverse attività, dedicate a commemorare nella nazione del Caucaso meridionale il nuovo anniversario dell’atto eroico del 26 di luglio..

Le attività sono iniziate alla fine del mese scorso, con l’atto di decorazione alla storica amica di Cuba Zarifa Salahova, con il francobollo commemorativo “60° Anniversario dell’ICAP”, per il suo contributo allo sviluppo dei legami culturali e di amicizia tra i due Paesi.

Questo è stato il primo evento a cui ha partecipato la delegazione dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular (Parlamento cubano), nell’ambito della Conferenza di Baku della Rete Parlamentare del Movimento dei Non Allineati, guidata dalla Prima Vicepresidente Ana María Mari Machado e dalla Presidente della Commissione Affari Esteri Yolanda Ferrer Gómez.

Il 21 luglio, la missione diplomatica cubana ha partecipato alla cerimonia di laurea e di consegna dei diplomi presso l’Università di Lingue dell’Azerbaigian, dove l’ambasciatore cubano, Carlos Valdés, si è rivolto ai docenti e agli studenti e a una rappresentanza del corpo diplomatico accreditato di Baku, sottolineando il significato del 26 luglio nella storia recente della Rivoluzione cubana.

Nella mattinata del 22 luglio, il capo della missione diplomatica cubana ha visitato il centro di allenamento della nazionale azera di lotta greco-romana e ha tenuto un incontro con allenatori e atleti, al quale ha preso parte anche il Presidente dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, il compagno Marco Papacci, anch’egli allenatore di questo sport nel suo Paese; durante l’incontro l’ambasciatore ha tenuto un breve discorso in cui ha aggiornato i presenti sulla situazione di Cuba, evidenziando gli storici legami di amicizia tra i due Paesi e sottolineando la data del 26 luglio.

Marco Papacci, intervenendo, ha sottolineato la data e ha fatto notare che l’Associazione che dirige nel suo Paese pubblica un giornale stampato chiamato “El Moncada”, che è stato mostrato ai partecipanti. Il capo allenatore azero Nuraddin Rajabov, ospite dell’evento, ha ringraziato i partecipanti per aver scelto il Centro per l’incontro.

L’ambasciatore cubano, durante i suoi interventi in queste attività, ha ribadito il significato storico dell’attacco alla Caserma Moncada, che 69 anni fa segnò l’inizio della fase finale delle lotte per l’indipendenza del suo Paese, culminate nel trionfo della Rivoluzione.

(EmbaCuba Azerbaijan)

Foto

Potrebbero interessarti anche...