Messico: analista denuncia campagna finanziata da USAID per attaccare i medici cubani

Print Friendly, PDF & Email

L’USAID e i legislatori del PAN hanno cospirato per organizzare una proficua campagna contro la presenza di medici cubani in Messico, secondo un’indagine dell’analista politico Katu Arkonada, condivisa sul suo account Twitter.

Arkonada sottolinea che il coordinatore dei banchi del PAN nella legislatura, Julen Rementeria, sta guidando la crociata anticubana, che ha due linee di attacco: una prima che sottolinea che la loro presenza in Messico non è necessaria, e una seconda guidata da Miami, che annuncia che i medici saranno inviati in zone di conflitto.

Rementeria ha stretti legami con il terrorista di origine cubana Orlando Gutiérrez Boronat, leader dell’organizzazione Directorio Democrático, che ha incitato alla violenza a Cuba l’11 luglio 2021, e voce della campagna #SOSCuba contro il sistema sanitario dell’isola.

Il senatore messicano è anche legato alla “Fondazione per i diritti umani a Cuba”, pioniera nell’articolare azioni contro le brigate mediche cubane in America Latina.

A tal fine, utilizza i finanziamenti USAID (prorogati con nuovi fondi nell’ottobre 2021 e nel settembre 2022).

Margarita Guerra, direttore del programma dell’ufficio USAID per l’America Latina e i Caraibi, è la principale coordinatrice e finanziatrice della campagna che mira a boicottare la presenza di medici cubani in Messico.

Fonte: CUBADEBATE

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...