Facebook censura e chiude la pagina del sito Razones de Cuba

Print Friendly, PDF & Email

In un chiaro tentativo di mettere a tacere la voce del popolo cubano nella sfera digitale, il contenuto della pagina Facebook di Razones de Cuba non è più disponibile da ieri mattina (25 ottobre 2022).

La missione di questo organo di informazione, fin dalla sua nascita, è stata quella di denunciare l’attività terroristica e sovversiva del governo statunitense in tutti gli ambiti della società delle Antille.

La censura avviene nel contesto della limitazione della portata dei media nazionali sulla piattaforma sociale Twitter, avvenuta ieri, per essere “affiliati al governo cubano“. Fa parte della strategia permanente di guerra mediatica contro la più grande delle Antille.

Al momento in cui scriviamo, gli amministratori della piattaforma non hanno ricevuto alcuna notifica ufficiale o risposta alle loro richieste. Facebook chiude senza preavviso, notifica o possibilità di reclamo. Si tratta di un’azione arbitraria e ingiustificata, che trasgredisce le regole della stessa comunità virtuale e viola il diritto alla libertà di informazione.

La redazione di Razones de Cuba denuncia l’arbitrarietà della manovra e chiede che Facebook ripristini immediatamente la pagina.

Al di là dei tentativi coercitivi, Razones de Cuba continuerà a denunciare la vocazione imperialista del governo statunitense e la sua politica ostile nei confronti dell’isola.

Fonte: Redacción Razones de Cuba

Traduzione: cuba-si.ch/it

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Mario Franzil ha detto:

    Fortunatamente non c’è Fase boock anche se e’ una delle più grosse, ma se credono di bloccarci, si ingannano!