Díaz-Canel commemora il trionfo della Rivoluzione d’Ottobre

Print Friendly, PDF & Email

Nel 105° anniversario della cosiddetta Rivoluzione d’Ottobre, il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel, ha rievocato oggi l’impatto di quella prima esperienza socialista nel mondo, che stabilì un equilibrio bipolare.

Attraverso Twitter, il Presidente ha sottolineato che la Rivoluzione d’ottobre ha dato potere ai lavoratori e ha dimostrato che il socialismo è possibile.

Tra le altre conquiste del primo Stato operaio e contadino della storia, Díaz-Canel ha citato il contributo decisivo delle truppe sovietiche nella vittoria contro il nazifascismo durante la Seconda Guerra Mondiale e i progressi scientifici e tecnici, come il primo volo con equipaggio nello spazio della storia, nel 1961.

“Ha trionfato il 7 novembre, anche se è conosciuta come Rivoluzione d’Ottobre. Ha cambiato la storia, ha ispirato milioni di persone, ha dato potere ai lavoratori, ha dimostrato che il socialismo era possibile, ha sconfitto il nazifascismo, ha conquistato lo spazio. Ha equilibrato il mondo”, ha scritto il capo di Stato cubano.

La rivoluzione democratica borghese del 1917, guidata dai bolscevichi, riuscì a rovesciare lo zar dell’Impero russo attraverso manifestazioni popolari, scioperi successivi e insurrezioni militari che si trasformarono in un’insurrezione popolare.

Il trionfo avvenne il 7 novembre 1917, anche se allora il Paese seguiva il calendario giuliano e, secondo quell’almanacco, era il 25 ottobre.

La Rivoluzione ha ottenuto grandi risultati per la classe operaia e per il popolo, sia per il popolo russo che per i popoli di tutte le nazionalità che alla fine hanno costituito l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche.

Questo trionfo portò anche un drastico cambiamento nella correlazione mondiale delle forze, dimostrando che esistevano altre forme di governo e di democrazia e che c’erano alternative al di là del capitalismo.

Fonte: acn

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...