Più di quattro milioni di dosi del vaccino cubano Abdala sono arrivate in Messico

Print Friendly, PDF & Email

Jorge Luis Perdomo Di Lella, vice primo ministro di Cuba, ha sottolineato che con l’arrivo dei vaccini cubani in Messico, la collaborazione tra Cuba e Messico nel settore biofarmaceutico si rafforza sempre di più.

Più di quattro milioni di dosi del vaccino anti-COVID-19 Abdala sono state consegnate al Ministero della Salute messicano dopo l’arrivo di un primo lotto in Messico venerdì scorso, con il quale si continuerà a progredire nell’immunizzazione della popolazione adulta, informa il Gruppo Aziendale BioCubaFarma.

In occasione di questo importante evento, Jorge Luis Perdomo Di Lella, vice primo ministro di Cuba, ha sottolineato sul suo account Twitter che l’arrivo di questi vaccini in Messico rafforza sempre più la collaborazione tra Cuba e questo Paese gemello nel settore biofarmaceutico.

Secondo un rapporto di El Financiero, condiviso da Perdomo Di Lella, la spedizione ricevuta consiste in 4.092.500 dosi che saranno applicate agli adulti, secondo il Ministero della Salute. Il pacco è atterrato all’aeroporto internazionale Felipe Angeles, trasportato da un aereo dell’aeronautica messicana.

L’arrivo di queste dosi arriva quasi un anno dopo che la Commissione federale per la protezione contro i rischi sanitari (Cofepris) ne ha approvato l’uso d’emergenza il 29 dicembre 2021.

Con questa nuova spedizione, ha sottolineato il rapporto, il Messico si avvicina ai 200 milioni di dosi di vaccini anti-COVID ricevuti. Con la spedizione dall’Avana, la cifra è di 193 231 845 vaccini.

Durante gli studi clinici di fase III condotti a Cuba, Abdala ha dimostrato un’efficacia del 92,28% contro la malattia sintomatica con uno schema a tre dosi e un’efficacia del 100% contro la malattia grave e la morte.

Fonte: Granma

traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...