José Martí per l’equilibrio del mondo

Print Friendly, PDF & Email

José Martí non ha tutte le risposte alle sfide del mondo contemporaneo, ma ci sono chiavi importanti nel suo pensiero e nella sua opera: è un punto di riferimento etico e una guida intellettuale.

Dal 24 al 28 gennaio, in occasione del 170° anniversario della nascita dell’eroe nazionale cubano, si terrà all’Avana la 5ª Conferenza internazionale per l’Equilibrio del Mondo, organizzata dal Consiglio Mondiale del Progetto José Martí per la Solidarietà Internazionale.

Si tratta di un forum di pensiero plurale e multidisciplinare che cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale per creare una coscienza contro i mali che oggi affliggono l’Umanità e mettono a rischio l’esistenza stessa della nostra specie.

Attraverso conferenze, interventi speciali, commissioni, tavole rotonde, workshop, uno spazio per i giovani e altre forme di riflessione, verranno affrontate diverse questioni contemporanee, tenendo come punto di riferimento il pensiero e la proiezione sociale dell’apostolo dell’indipendenza cubana.

L’agenda è composta da diversi filoni tematici: le esperienze della pandemia COVID-19, il dialogo e la diversità culturale, il ruolo e le sfide dei movimenti sociali, la lotta per la pace e il disarmo nucleare e la questione dell’acqua in tutti i suoi aspetti.

Verranno pure affrontati i rischi e le speranze delle nuove tecnologie dell’informazione (TIC), le responsabilità del giornalismo nella situazione attuale, l’ecosistema e la sua difesa, le politiche culturali e l’identità nazionale, le arti e la letteratura e in particolare la poesia nella formazione di una spiritualità e di una cultura della resistenza.

Altri dibattiti si concentreranno sul multilateralismo come meccanismo indispensabile per l’equilibrio globale, sull’integrazione come necessità per affrontare le sfide del mondo contemporaneo, sullo sviluppo sostenibile e sull’equità sociale, sull’istruzione e sui diritti umani nel XXI secolo.

Saranno previsti spazi per affrontare la lotta contro tutte le forme di discriminazione, l’uguaglianza di genere nella sua vera e reale espressione, la diversità religiosa, l’ecumenismo e la spiritualità, il problema del consumo e del traffico di droga e la lotta contro il terrorismo in tutte le sue forme, compreso il terrorismo di Stato.

Il forum s’impegna nella costruzione di una democrazia partecipativa ed efficace, basata sui contributi del pensiero latinoamericano, da Simón Bolívar e José Martí fino ai più importanti pensatori contemporanei.

Fonte: CubaSi

Traduzione: cuba-si.ch/it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *