Díaz-Canel nella terra del Che per partecipare al 7° Vertice Celac

Print Friendly, PDF & Email

Il leader della Rivoluzione cubana, il generale Raúl Castro Ruz, è arrivato all’aeroporto internazionale José Martí per salutare Díaz-Canel.

Il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista e Presidente della Repubblica di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, è arrivato domenica sera a Buenos Aires per partecipare al VI Vertice della Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi (CELAC), che si tiene oggi.

All’Aeroporto Internazionale Ministro Pistarini – più comunemente conosciuto come Ezeiza – il dignitario è stato ricevuto dal Viceministro degli Affari Esteri, del Commercio Internazionale e del Culto, Pablo Tettamanti.

Da Cuba, prima della partenza, il Capo dello Stato aveva condiviso con il popolo cubano un messaggio in cui diceva: “Tra poche ore saremo in Argentina, la terra del Che e la culla di altri grandi amici e fratelli, di eroi ammirati, politici, intellettuali, artisti e sportivi”.

Il Presidente cubano ha parlato del motivo della presenza di Cuba al conclave regionale: “Ci andiamo perché il 24 gennaio si terrà nell’amata Buenos Aires il VII Vertice della Comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi, l’indispensabile Celac, un meccanismo di integrazione che abbiamo il dovere e l’opportunità di rivitalizzare”.

“Speriamo che l’unità nella diversità, un principio chiave che condividiamo, ci permetta di agire come una solida famiglia regionale per promuovere e proiettare l’America Latina e i Caraibi nella discussione dell’agenda globale.

Díaz-Canel ha annunciato che il suo ritorno sull’isola avverrà in tempo “per celebrare insieme il 170° anniversario dell’Apostolo e per riprendere i nostri compiti quotidiani, che sono sempre impegnativi”.

Cuba e l’Argentina hanno stabilito relazioni diplomatiche il 12 maggio 1909, interrotte nel 1962, quando tutti i Paesi del continente – ad eccezione del Messico – ruppero i loro legami con la maggiore delle Antille in Rivoluzione. Il 28 maggio 1973, questi legami sono stati ripresi.

La delegazione cubana è composta anche dal membro dell’Ufficio Politico e Ministro degli Esteri, Bruno Rodríguez Parrilla; dal Ministro del Commercio Estero e degli Investimenti, Rodrigo Malmierca Díaz; e dall’Ambasciatore di Cuba in Argentina, Pedro Pablo Prada.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *