Cupet assicura che Cuba non esporta benzina

Print Friendly, PDF & Email

Néstor Pérez Franco, direttore generale dell’Unione Petrolifera Cubana (Cupet), ha assicurato che il Paese non esporta benzina, poiché il consumo nazionale non è garantito.

Nelle dichiarazioni rilasciate a Cubadebate, il direttore ha ribadito che da diversi mesi Cuba ha limitazioni sulle importazioni di greggio raffinato e di derivati del gasolio e della benzina, e questo ha reso impossibile per le raffinerie del Paese continuare a lavorare come dovrebbero, per garantire il consumo dell’economia e della popolazione.

Uno dei fornitori più vicini, ha spiegato, nonostante abbia innumerevoli limiti di produzione, ha garantito la fornitura di alcuni prodotti che alleviano un po’ la situazione esistente, ma non coprono tutte le richieste dell’economia e della popolazione.

Pérez Franco ha assicurato che la leadership del governo cubano sta monitorando costantemente l’insoddisfazione per la carenza di carburante e valutando soluzioni.

“Non possiamo permettere che le cose vengano distorte, né che si crei più malcontento di quello che abbiamo già con le carenze che tutti stiamo soffrendo e che stiamo lavorando per ridurre il prima possibile”, ha sottolineato.

Ha poi aggiunto che il Paese non ha abbastanza greggio raffinato per sfruttare al massimo le capacità di raffinazione esistenti.

“Se è vero che potrebbero garantire il consumo del Paese, con le limitazioni imposte alle importazioni e i prezzi elevati sui mercati, è molto difficile per il Paese accedere a questo prodotto”.

Fonte: CubaSi

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...