Díaz-Canel accoglie la delegazione di giovani statunitensi a Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha accolto oggi l’arrivo nel Paese di una delegazione di 150 giovani leader di organizzazioni sociali dagli Stati Uniti, che parteciperanno alle celebrazioni del Primo Maggio.

Il capo di Stato ha dato il benvenuto alla delegazione attraverso il suo account Twitter e ha sottolineato che la nazione caraibica li accoglie a braccia aperte, nonostante le carenze e le difficoltà.

“Crediamo nel popolo americano, diverso e solidale, che ci rispetta e ci comprende; questo è ciò che voi rappresentate. Ci vediamo il 1° maggio”, ha commentato il presidente sul social network.

Secondo il programma, la delegazione avrà un’agenda fitta fino al 3 maggio, che inizierà domani alla Casa de las Américas con una tavola rotonda sui diritti umani a Cuba.

In seguito visiteranno, tra gli altri luoghi di interesse, la Scuola Latinoamericana di Medicina, i quartieri in evoluzione della capitale, le istituzioni scientifiche e il Centro Fidel Castro, dedicato alla conservazione dell’eredità dello storico leader della Rivoluzione cubana.

Visiteranno anche la città centrale di Santa Clara, nella provincia di Villa Clara, a circa 280 chilometri a est dell’Avana, dove incontreranno i giovani e renderanno omaggio al guerrigliero argentino-cubano Ernesto Che Guevara e ai suoi compagni nel mausoleo dove sono conservate le sue spoglie.

Al ritorno nella capitale, i membri del gruppo parteciperanno alla celebrazione popolare della Giornata internazionale dei lavoratori e il 2 maggio parteciperanno all’incontro di solidarietà con Cuba presso il Palacio de las Convenciones.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...