Le origini di El Cerro

Print Friendly, PDF & Email

La storia dell’attuale comune di El Cerro inizia l’8 maggio 1589. In quel giorno fu fondata un’estancia con questo nome, l’embrione di quello che sarebbe diventato un quartiere e infine un comune.

Il primo quartiere del Cerro fu Carraguao, che già nella seconda metà del XVIII secolo compariva nelle mappe al di fuori delle mura cittadine. All’epoca, la località del Cerro non era molto urbana; la maggior parte delle case era fatta di paglia.

Quando, alla fine del XVIII secolo, fu migliorata la strada che collegava il tradizionale villaggio di San Cristóbal de La Habana con l’angolo di Tejas, la crescita del Cerro ebbe inizio. La nuova strada conduceva all’allora città di Marianao e ai villaggi di Pinar del Río.

Secondo un articolo pubblicato sul Diario de La Marina nel febbraio 1946, all’inizio del XIX secolo, José María Rodríguez e Francisco Betancourt, che possedevano grandi appezzamenti di terreno in quella zona, “fecero costruire due case e vi abitarono con le rispettive famiglie, decidendo entrambi di promuovere lo sviluppo residenziale”.

I nuovi tratti di strada diedero vita alla zona. L’urbanista e cronista Luis Bay Sevilla scrisse in Viejas costumbres cubanas (Vecchie usanze cubane) che nei primi anni del XIX secolo un gruppo di ricchi creoli decise di costruire le proprie case estive nella zona.

Nella costruzione delle nuove case, principalmente in stile neoclassico, furono utilizzati materiali attraenti come legni pregiati, marmo, bronzo e vetro policromo. La prima chiesa fu costruita nel 1807; si trattava, secondo Bay Sevilla, di una navata in legno e guano, che fu presto dichiarata chiesa parrocchiale.

L’insediamento si sviluppò con una disposizione irregolare lungo la strada, con sontuosi palazzi circondati da giardini, le cosiddette casas quintas. Spiccano per il loro valore artistico e architettonico gli edifici dei conti di Fernandina, Villanueva, Santovenia, dei marchesi di San Miguel de Bejucal, Sandoval, Pinar del Río, Palatino e Doña Leonor de Herrera.

Oggi il Cerro non è uno dei luoghi più moderni dell’Avana. Tuttavia, il suo patrimonio, culturale e storico, arricchisce la capitale di tutti i cubani.

Fonte: CubaSi

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...