I fascisti aggrediscono Buena Fe in Spagna

Print Friendly, PDF & Email

Il concerto dei Buena Fe si terrà finalmente il 3 giugno presso l’Auditorium Marcelino Camacho delle Comisiones Obreras (CCOO) di Madrid, hanno annunciato oggi fonti non ufficiali.

Ancora una volta gli odiatori hanno cercato di censurare il concerto dei Buena Fe a Madrid e ancora una volta la solidarietà con Cuba risponde chiudendo definitivamente lo spettacolo nell’auditorium del più grande sindacato spagnolo”, hanno sottolineato.

A Barcellona, a pochi metri dal luogo in cui si è svolto il concerto, in un fast food, lo stesso duo musicale cubano ha denunciato sui propri social network di essere stato bersaglio di insulti e aggressioni fisiche, con minacce di morte da parte di elementi controrivoluzionari.

Cubainformación ha pubblicato giovedì che il gruppo di persone con atteggiamenti fascisti ha molestato i musicisti, in risposta ai quali diversi cubani dell’emigrazione patriottica sono intervenuti a sostegno del duo e hanno creato un cordone di sicurezza tra i musicisti e i violenti aggressori.

Infine, è stata presentata una denuncia contro gli aggressori, accompagnata da un referto di lesioni”, ha dichiarato.

I Buena Fe si sono esibiti nel quartiere popolare di Nou Barris a Barcellona e prima ancora a Mataró, in Catalogna, su invito della CUP (Candidaturas de Unidad Popular), un gruppo politico che ha voluto mostrare il proprio sostegno e la propria solidarietà.

Secondo Cubainformación, ai due concerti hanno partecipato attivisti della CUP, membri del movimento di solidarietà cubana in Catalogna e residenti cubani con bandiere cubane.

In entrambi i concerti si è respirata un’atmosfera di pace e cultura, in cui è stato denunciato il criminale blocco subito dal popolo cubano da parte del governo statunitense, ha aggiunto.

È stata anche l’occasione per denunciare l’aggressione fisica avvenuta prima del concerto da parte di un piccolo gruppo di controrivoluzionari, guidati dall’ex candidato di Vox (partito di estrema destra spagnolo) Sayde Chaling-Chong e protagonista delle molestie al consolato cubano di Barcellona l’anno scorso, ha detto la fonte.

Dopo questo evento violento, durato quasi 20 minuti, i Buena Fe hanno tenuto uno dei concerti più commoventi della loro tournée in Spagna e Israel Rojas ha lanciato un appello effervescente contro il blocco statunitense della sua patria, oltre a denunciare il fascismo che pretende di agire in nome della libertà”, ha detto.

Una campagna promossa da Cubainformación a sostegno dei musicisti dell’isola caraibica ha portato alla raccolta di oltre 1.500 firme di sostegno, in ripudio delle manifestazioni contro i suoi concerti in Spagna.

Secondo il programma originale del tour, il duo terrà un concerto gratuito a Valencia lunedì, sponsorizzato dal Movimiento Estatal de Solidaridad con Cuba, e infine a Madrid il 3 giugno.

Fonte: CubaSi

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...