“Con voi la patria cresce”

Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente ha avuto uno scambio con i cubani residenti in Italia e con i membri dei movimenti di solidarietà, nonché con i membri della missione di Stato della più grande delle Antille.

Siete un collettivo della famiglia cubana; con voi cresce la patria”, ha detto il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, in un incontro con i residenti cubani in Italia e i membri dei movimenti di solidarietà.

È stata la sua ultima missione in Italia. Si è trattato di uno scambio che riteneva essenziale, da portare a termine prima di lasciare l’Italia, così come il contatto avuto con i rappresentanti della missione di Stato della più grande delle Antille.

Ha ringraziato i cubani che vivono qui e che hanno sostenuto Cuba e la Rivoluzione nei momenti complessi vissuti negli ultimi anni; che amano il loro Paese, che amano la loro patria, che mantengono la comunicazione con le loro famiglie, che si impegnano a sviluppare programmi e investimenti a Cuba, ha detto.

“Tutto il nostro amore per voi e il successo nei vostri progetti personali e familiari”, ha detto il presidente, che ha ribadito che a novembre si terrà la IV Conferenza della Nazione e dell’Emigrazione, e spera di rivedervi lì.

Díaz-Canel ha rivolto un riconoscimento speciale ai membri dei movimenti di solidarietà con l’isola in Italia, per aver fatto della causa di Cuba e della Rivoluzione il centro della loro vita. “Continuate a difendere Cuba”, ha detto loro.

All’inizio del suo discorso, il Presidente cubano ha spiegato ai presenti la complessa situazione che l’isola ha affrontato negli ultimi tre anni a causa dell’aggressione del governo statunitense, della pandemia COVID-19 e di altre limitazioni.

Ma ha anche parlato di come il popolo cubano ha affrontato queste avversità, che è anche un filo conduttore per capire cosa ha rappresentato la solidarietà italiana con Cuba e il lavoro dei residenti cubani a sostegno della loro patria.

Ha poi parlato dei concetti appresi e sviluppati durante il confronto con il nuovo coronavirus, basandosi sugli sforzi degli scienziati cubani, che sono riusciti a generare diversi vaccini anti-covirus. Essi, ha ribadito, hanno salvato un Paese.

Ha poi riflettuto sul concetto di resistenza creativa, che significa anche superare il blocco con la creatività e con i propri sforzi. Significa, ha aggiunto, che con il nostro talento, con il nostro sforzo, non ci lasceremo sconfiggere, non ci lasceremo umiliare.

E anche voi siete protagonisti di questo concetto di resistenza creativa”, ha detto Díaz-Canel, che ha passato in rassegna il lavoro dei cubani che vivono all’estero e dei gruppi di solidarietà in Italia, che sono scesi in campo per difendere la Rivoluzione sui social network, che durante la pandemia hanno preparato donazioni da inviare all’isola, come tuorli d’uovo e altre forniture mediche.

Voi, ha aggiunto, siete stati molto solidali, per questo potete anche essere considerati protagonisti del concetto di resistenza creativa”.

Durante lo scambio, la cubana residente in Italia Ada Galano, membro di Juntos por Cuba, piattaforma in difesa dell’isola in Europa, ha sottolineato che i cubani residenti in Italia, che difendono la Rivoluzione, “saranno sempre con voi e con la patria”.

Luciano Lacovino, presidente dell’organizzazione di solidarietà La Villetta, e Marco Papacci, presidente dell’Associazione di Amicizia Italia-Cuba, hanno ringraziato Díaz-Canel per aver rappresentato un popolo in rivoluzione, una nazione in rivoluzione.

Gabrielle Lupo, della Lega giovanile comunista, ha informato l’assemblea che oltre 300 giovani italiani hanno formato una brigata di solidarietà con Cuba e intendono recarsi a Cuba il prossimo luglio, in occasione del 70° anniversario degli assalti alle caserme Moncada e Carlos Manuel de Céspedes.

All’incontro hanno partecipato i membri della delegazione ufficiale che ha accompagnato Díaz-Canel in Italia, tra cui il membro dell’Ufficio Politico e Ministro degli Esteri, Bruno Rodríguez Parrilla.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...