L’Ambasciata di Cuba in Italia celebra la Giornata della Ribellione Nazionale

Print Friendly, PDF & Email

L’Ambasciata di Cuba in Italia ha ospitato oggi un atto di solidarietà per la Giornata della Ribellione Nazionale del Paese caraibico, nel 70° anniversario dell’assalto alle caserme Moncada e Carlos Manuel de Céspedes.

Mirta Granda, capo della missione diplomatica, ha ringraziato i numerosi rappresentanti dei partiti politici, dei movimenti sociali, dei sindacati, dei gruppi di amicizia con Cuba, delle organizzazioni studentesche e in generale di tutte le forze che in questa nazione europea sostengono e difendono la Rivoluzione cubana.

L’ambasciatore ha sottolineato l’importanza storica della data che si celebra oggi nel suo Paese e in tutto il mondo e che ha segnato l’inizio dell’ultima tappa della lotta del popolo cubano per raggiungere la sua vera indipendenza, arrivata il primo gennaio 1959 con il trionfo rivoluzionario.

L’ambasciatrice ha fatto riferimento alla situazione attuale di Cuba, dove è in corso un processo di aggiornamento con l’obiettivo di costruire un socialismo ancora più forte, prospero e sostenibile, dopo la promulgazione della nuova Costituzione nell’aprile 2019.

Ha riconosciuto l’importanza delle azioni svolte dagli amici di Cuba in Italia e in molte parti del mondo per diffondere la realtà cubana e contrastare la forte campagna di discredito contro l’isola, orchestrata dagli Stati Uniti e dai loro alleati, ai quali destinano ingenti risorse che consentono loro di controllare l’informazione.

Ha affermato che la situazione di Cuba è complessa, poiché la crisi economica internazionale è aggravata dal blocco economico, commerciale e finanziario degli Stati Uniti, che si è intensificato negli ultimi anni, e dalla sua ingiusta inclusione da parte del governo statunitense nella lista unilaterale dei Paesi sponsor del terrorismo.

Quest’ultima azione mira a colpire Cuba economicamente in un sistema finanziario internazionale interconnesso e largamente controllato dagli Stati Uniti.

Ha ribadito che, nonostante tutti gli attacchi e le pressioni, la stragrande maggioranza del popolo cubano mantiene la sua ferma decisione di difendere il processo rivoluzionario e il percorso socialista scelto, di resistere e di vincere.

Granda ha sottolineato che questo evento presso la missione diplomatica è solo una delle tante iniziative che si stanno sviluppando oggi per commemorare la data storica della sua patria, tra cui quella portata avanti dal gruppo La Villetta, che in questa giornata sta caricando un container con donazioni per il popolo cubano.

All’attività hanno partecipato, tra gli altri, membri dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba (Anaic), di Patria Socialista, del Partito Comunista Italiano (PCI), del Partito Socialista, di Rifondazione Comunista, del Sindacato di Base, nonché i gruppi giovanili Cambiare Rotta e l’Organizzazione Studentesca Alternativa (OSA).

Gli oratori hanno coinciso nel sottolineare le conquiste di Cuba, l’esempio che rappresenta per il mondo e hanno sottolineato che “difendere la Rivoluzione cubana è difendere il diritto a un mondo migliore”.

Inaugurato a Roma un murales contro il bloqueo

L’Associazione Nazionale Italiana di Amicizia Italia-Cuba e il suo circolo di Roma hanno inaugurato oggi un murale di solidarietà con Cuba e contro il blocco statunitense.

All’evento hanno partecipato le autorità del Municipio Roma 8, i rappresentanti della solidarietà e l’ambasciata cubana in Italia, guidata dall’ambasciatore Mirta Granda.

Il murale si trova in viale Leonardo Da Vinci, nella capitale italiana.

Potrebbero interessarti anche...