Cuba celebra il 63° anniversario della Federazione delle donne

Print Friendly, PDF & Email

L’accesso delle donne al lavoro a Cuba è un diritto sancito dalla Costituzione della Repubblica. Le federazioni cubane celebrano oggi i 63 anni della loro fondazione, concentrandosi sullo sviluppo di politiche per raggiungere il pieno esercizio dell’uguaglianza per le donne in tutte le sfere della società.

La Federazione delle Donne Cubane (FMC) celebra oggi i 63 anni della sua fondazione, incentrata sullo sviluppo di politiche per raggiungere il pieno esercizio dell’uguaglianza delle donne in tutti gli ambiti della società.

Con attività ricreative e culturali in tutte le comunità, la Federazione sta celebrando questo nuovo anniversario, e tra le attività essenziali c’è l’XI Congresso dell’organizzazione, che si sta ancora svolgendo in delegazioni e blocchi in tutto il territorio nazionale.

La segretaria generale della FMC, Teresa Amarelle, ha dichiarato di recente in una conferenza stampa che le discussioni in preparazione del conclave sono incentrate sul miglioramento del lavoro dell’organizzazione e sulla crescita della leadership dei federati più giovani.

Amarelle ha sottolineato che le celebrazioni per l’anniversario dell’organizzazione – che riunisce più di quattro milioni di donne cubane – includono dialoghi nei consigli popolari e nei luoghi di lavoro sulla violenza di genere, che hanno dato risultati positivi e servono come sostegno per coloro che sono stati vittime di questo fenomeno.

Il funzionario ha sottolineato che i 63 anni della FMC parlano di un’organizzazione unita che rende omaggio ai suoi principali artefici: lo storico leader Fidel Castro e l’eroina Vilma Espín Guillois, che ne è stata la fondatrice e segretaria.

Ha inoltre sottolineato il lavoro delle federazioni, dello Stato e del governo nell’attuazione del Programma nazionale per l’avanzamento della donna che, nei suoi due anni di esistenza, ha portato alla creazione di 115 case per bambini, alla creazione di posti di lavoro e all’inserimento della popolazione femminile in professioni non tradizionali.

Tra le realizzazioni dell’organizzazione, nel 2023 è stato istituito l’Osservatorio cubano sull’uguaglianza di genere, creato con la consulenza del Consiglio economico per l’America Latina e arricchito con le informazioni della recente Indagine nazionale sulla fertilità.

Creata il 23 agosto 1960, all’alba della Rivoluzione cubana, la Federazione ha permesso alle donne dell’isola di avere un proprio spazio in cui discutere le loro preoccupazioni e partecipare alle trasformazioni sociali, economiche e politiche dell’epoca.

Fonte: CubaSi


Il Presidente Díaz-Canel si congratula con le donne di Cuba

Il Presidente cubano Miguel Díaz-Canel si è congratulato oggi con le donne dell’isola in occasione del 63° anniversario dell’organizzazione che le riunisce.

Dal suo profilo sul social network X, ex Twitter, il presidente ha descritto le sue compatriote come conquistatrici dell’impossibile e ha affermato che la creazione della Federazione delle Donne Cubane costituisce una rivoluzione nella rivoluzione.

Il primo omaggio è stato reso a Vilma Espín, l’eterna Presidente, e alle altre socie fondatrici. Di fronte alle nuove sfide, i loro esempi sono fonte di ispirazione, ha detto.

La Federazione delle Donne Cubane (FMC) – che riunisce più di quattro milioni di donne cubane – celebra 63 anni di progressi tangibili in termini di emancipazione, uguaglianza e contributi al Paese in tutti i settori.

L’evento centrale si svolgerà nella provincia orientale cubana di Las Tunas e renderà omaggio ai suoi principali artefici: il leader storico della Rivoluzione, Fidel Castro, e l’eroina Vilma Espín, che ne è stata fondatrice e segretaria.

Creato il 26 agosto 1960, il gruppo femminile ha contribuito a inserire le donne nel processo di cambiamento sociale ed economico avviato sull’isola dopo il trionfo rivoluzionario del 1° gennaio 1959, e promuove politiche per raggiungere il pieno esercizio dell’uguaglianza delle donne in tutti gli ambiti della società.

Fonte: Prensa Latina

Traduzioni: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...