Il presidente del Venezuela Maduro in visita in Algeria

Print Friendly, PDF & Email

“Siamo impegnati nella costruzione di un nuovo mondo”.

Nelle prime ore di venerdì, il presidente venezuelano Nicolas Maduro è giunto in Algeria dopo una visita di 6 giorni in Cina definita come “storica” perché ha elevato la partnership tra i due paesi e portato alla firma di numerosi accordi fondamentali per un paese come il Venezuela gravato dal paese delle criminali sanzioni occidentali.

“Ringrazio Aymene Benabderrahmane, Primo Ministro della Repubblica Democratica Popolare d’Algeria, per l’accoglienza e l’incontro che abbiamo organizzato durante la nostra permanenza in questa nazione, alla quale siamo uniti da profonda amicizia e impegno per un nuovo mondo”, ha scritto sui social network.

Maduro ha assicurato che entrambe le nazioni “continueranno ad espandere le loro relazioni di cooperazione per lo sviluppo dei loro popoli”.

Il leader bolivariano ha visitato il Paese nordafricano anche nel giugno 2022, quando aveva annunciato la creazione di una commissione bilaterale per elaborare una “mappa economica, energetica, commerciale e culturale”, al fine di rilanciare le relazioni a un “livello superiore”.

Un anno dopo, i due paesi hanno firmato una dozzina di accordi di cooperazione in settori quali il trasporto aereo e l’energia. Ciò è avvenuto nel corso di una riunione della Commissione bilaterale a Caracas, dove era in visita il ministro dell’Agricoltura algerino Mohamed Abdelhafid Henni.

Venezuela e Algeria intrattengono relazioni diplomatiche dal 1971 e hanno firmato oltre 20 accordi di cooperazione e memorandum d’intesa nei settori politico, culturale, energetico, commerciale, scientifico, della comunicazione, legale, dei trasporti, educativo ed elettorale.

Giovedì Maduro ha concluso una visita in Cina culminata con la firma di una “Alleanza strategica illimitata” con il presidente Xi Jinping, che ha espresso il sostegno del suo Paese agli sforzi del Venezuela per difendere la propria sovranità.

Il Venezuela si conferma come uno dei poli emergenti del nuovo mondo multipolare. Uno di quei paesi che ha aperto la strada all’ascesa di questa nuova realtà grazie alla sua strenua resistenza agli attacchi multiformi dell’impero che non è riuscito a liquidare la Rivoluzione Bolivariana, come era nei piani di Washington.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...