Comunicati di Venezuela e Cuba sulla Palestina

Print Friendly, PDF & Email

Comunicato del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Cuba.

La Repubblica di Cuba esprime grave preoccupazione per l’escalation di violenza tra Israele e Palestina, che è la conseguenza di 75 anni di violazione permanente dei diritti inalienabili del popolo palestinese e della politica aggressiva ed espansionistica di Israele.

Cuba esige una soluzione globale, giusta e duratura al conflitto israelo-palestinese, basata sulla creazione di due Stati, che permettano al popolo palestinese di esercitare il proprio diritto all’autodeterminazione e di avere uno Stato indipendente e sovrano entro i confini precedenti al 1967, con Gerusalemme Est come capitale.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite deve adempiere al suo mandato e porre fine all’impunità di Israele, la potenza occupante, di cui gli Stati Uniti sono storicamente complici, ostacolando ripetutamente l’azione dell’organismo, minando la pace, la sicurezza e la stabilità in Medio Oriente.

Cuba chiede la pace e la ricerca di una soluzione negoziale per evitare un’ulteriore escalation di un conflitto che è già costato la vita a decine di migliaia di persone.

Fonte: MinRex

Traduzione: italiacuba.it


Il Venezuela esprime profonda preoccupazione per l’escalation di violenza nella Striscia di Gaza e sostiene la pace

Il Governo della Repubblica Bolivariana del Venezuela esprime profonda preoccupazione per l’evoluzione dei recenti avvenimenti nella Striscia di Gaza, pur considerando che l’escalation è il risultato dell’impossibilità per il popolo palestinese di trovare uno spazio nella legalità internazionale multilaterale per affermare i propri diritti storici.

Il governo venezuelano sostiene la rapida soluzione della situazione critica di ostilità e confronto e la fine della violenza in tutto il territorio palestinese, attraverso il dialogo diretto e il rispetto della risoluzione numero 2334 del Consiglio di Sicurezza, la quale esige che Israele metta fine “in modo immediato e completo” a tutte le attività di insediamento e occupazione nel territorio palestinese, come unico modo per raggiungere la pace.

Il Governo della Repubblica Bolivariana ribadisce che, oggi più che mai, è necessario un vero negoziato tra le parti e che siano ripristinati i diritti della Palestina, per questo esorta l’organizzazione delle Nazioni Unite a svolgere il suo ruolo di garante della pace e della legalità internazionale.

Potrebbero interessarti anche...