Italo Calvino: 100 anni

Print Friendly, PDF & Email

Una delle partite più interessanti della letteratura del Novecento è quella giocata dallo scrittore italiano Italo Calvino nel suo romanzo Se una notte d’inverno un viaggiatore. Lettore e personaggio, realtà e finzione rompono le frontiere in una suggestiva cornice di fine respiro lirico. Queste sono alcune delle chiavi di lettura dell’opera di un autore nato a Cuba, esattamente cento anni fa, e che è stato oggetto di numerosi approcci da parte di critici, giornalisti e ricercatori letterari. E la cosa principale: un narratore con schiere di lettori in tutto il mondo. Al momento della sua morte relativamente precoce, a 61 anni, a Siena, era lo scrittore italiano contemporaneo più tradotto.

Figlio di un agronomo con un lungo passato politico e di una botanica con vocazione pacifista, Italo nacque a Santiago de las Vegas, dove il padre conduceva esperimenti scientifici. La madre lo chiamò Italo perché fosse sempre consapevole delle sue radici. Il richiamo non fu necessario, perché lo scrittore finì per vivere in Italia. Con un forte impegno sociale, partecipò attivamente alla vita turbolenta della sua nazione, prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale. Convinto antifascista, si unì alle brigate partigiane durante il conflitto.

È nella seconda metà degli anni Quaranta che inizia a essere riconosciuto come scrittore. Passò dal neorealismo dei primi libri all’espressione fantastica dei romanzi e delle raccolte di racconti successivi, fino alla visione avanguardistica dei saggi degli anni Sessanta. Pur conservando sempre un’indipendenza estetica e ideologica, che spiega le occasionali rotture con le linee concettuali di alcuni gruppi letterari a cui era associato.

Cuba, Paese con cui non ha mai rotto i legami, ha ricordato il grande scrittore italiano con una giornata di presentazione di titoli, colloqui sulla sua opera e concorsi letterari. Affascinante narratore, Italo Calvino continua a sorprendere i lettori contemporanei con il suo modo giocoso di mettere a nudo i meccanismi della creazione in squisiti esercizi stilistici. Speriamo che le celebrazioni del centenario portino a nuovi ed entusiastici approcci alla sua immensa opera.

Fonte: CubaSi

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...