Uno spazio sicuro per affrontare la violenza di genere

Print Friendly, PDF & Email

Irma ha subito violenza per 22 anni della sua vita. Quando le viene chiesto se ha cercato una consulenza o un accompagnamento a questo proposito, risponde con un secco no. Lei, come molte donne di Santiago intervistate, afferma di essere consapevole delle gravi conseguenze della violenza di genere, ma non sa dove rivolgersi per ottenere aiuto psicologico o semplicemente consulenza legale.

Dopo aver ascoltato la sua storia, mi sono resa conto con disappunto che molte donne non cercano aiuto a causa della mancanza di informazioni sui luoghi in cui rivolgersi per la violenza di genere, così ho deciso di visitare la Casa de Orientación a la Mujer y la Familia de Santiago de Cuba (Centro di consulenza per le donne e la famiglia di Santiago de Cuba).

Caridad García Rondón, specialista legale, ha parlato in esclusiva alla rivista Mujeres dei suoi obiettivi, del processo di assistenza alle vittime, delle principali sfide e di altre questioni importanti.

Per quanto riguarda la necessità di sviluppare servizi nazionali e comunitari per un’assistenza completa alle vittime e ai sopravvissuti alla violenza di genere, nel 2021 la Federazione delle donne cubane (FMC) ha annunciato l’apertura di centri di consulenza per il trattamento delle vittime di violenza, situati nella Casa di orientamento per le donne e la famiglia in tutti i comuni del Paese.

Sebbene questi consultori presentino delle sfide in termini di coordinamento diretto ed efficace, la loro implementazione è il primo passo per fornire assistenza alle donne vittime di violenza.

Qual è il ruolo del consultorio e chi sono i membri dell’équipe?

L’obiettivo del centro di consulenza della Casa di Orientamento alla Donna e alla Famiglia di Santiago di Cuba è quello di fornire sostegno, consulenza, accompagnamento e trattamento alle vittime di violenza di genere. Vuole anche essere un luogo di fiducia, protezione, riflessione e scambio, dove le persone possono esporre la loro situazione e ricevere un aiuto specializzato per qualsiasi problema, contribuendo così al lavoro per la non violenza verso le donne e le ragazze, attraverso il contatto diretto con le vittime, gli autori, i vicini e i familiari, con i quali viene rafforzato il messaggio di tolleranza zero verso la violenza di genere.

Quante sessioni fate?

Il consultorio tiene una sessione al mese, a partire dalle 9:00, in particolare il quarto giovedì di ogni mese. Tuttavia, si riunisce ogni volta che il caso lo richiede. Si trova nel memoriale “Vilma Espín”.

Com’è stato il processo di assistenza alle vittime di violenza di genere?

Il processo di assistenza alle vittime di violenza viene svolto in modo collegiale da un’équipe multidisciplinare composta da avvocato, psicologo, sociologo e pedagogista.

Perché è importante implementare un consultorio per affrontare la violenza di genere?

La realizzazione di un consultorio è importante perché risponde alla necessità di essere inserito come una delle azioni dello Stato cubano, che riflette la volontà politica di affrontare il flagello della violenza in tutte le sue forme e sfere. Questa volontà dello Stato si concretizza nel Programma nazionale per l’avanzamento delle donne, nella Strategia globale per la prevenzione e l’attenzione alla violenza di genere e alla violenza in famiglia e nell’Osservatorio cubano sull’uguaglianza di genere.

La consulenza è uno spazio che offre la possibilità di fornire sostegno psicologico, facilitare i processi e le opzioni, nonché aiutare a identificare le capacità e i punti di forza della persona che chiede aiuto e come utilizzarli nella situazione che la riguarda. L’accompagnamento fornito è completo e comprende la consulenza legale e il rinvio ad altri sistemi di assistenza nei casi che lo richiedono.

Quali sono le principali sfide attuali nell’articolazione di questi servizi?

Le principali sfide per l’articolazione dei servizi del Consiglio sono i limiti e le incomprensioni di enti, agenzie e istituzioni nel dare priorità ai casi di violenza e nel fornire loro il trattamento richiesto. Allo stesso modo, ci sono ancora lacune nell’attenzione adeguata e tempestiva alle vittime, a causa della mancanza di conoscenza, comprensione e sensibilità.

Il lavoro di consulenza e di assistenza legale all’interno dell’équipe multidisciplinare deve affrontare sfide permanenti, che richiedono una maggiore e migliore preparazione.

Le vittime che si rivolgono ai servizi di consulenza della Casa di Orientamento della Donna e della Famiglia, nel comune di Santiago de Cuba, presentano un profilo? Quali sono le principali vulnerabilità percepite?

I casi di violenza fisica sono frequentemente seguiti, generalmente con assistenza medica, anche se alcune vittime non si recano tempestivamente dal medico per paura o per pressioni familiari. Vediamo anche donne che hanno subito violenza psicologica, minacce, coercizione, reati in spazi pubblici. Abbiamo anche casi di violenza tra coppie di anziani divorziati che vivono nella stessa casa, bambini abusati sessualmente da un membro della famiglia, tra gli altri.

Le principali vulnerabilità delle donne vittime di violenza, secondo l’esperienza dei casi trattati dal consultorio, si manifestano nella dipendenza economica e nella dipendenza dalla residenza dell’autore. A ciò si aggiungono la bassa autostima, la dipendenza dalla famiglia, le idee sbagliate sulla cura dei figli in famiglia e il basso livello di istruzione. Questo è tutto ciò che siamo stati in grado di raccogliere attraverso l’assistenza e il sostegno individuale alle vittime e alle loro famiglie.

Quali azioni e misure ritiene più urgenti per affrontare la violenza di genere a Cuba?

Le azioni e le misure per affrontare la violenza di genere includono la conoscenza e la padronanza degli strumenti legali che contengono diritti e garanzie per le donne, le ragazze e le adolescenti. Aumentare la cultura giuridica delle donne, delle famiglie e della popolazione in generale.

I programmi e le strategie attuate dallo Stato e gli strumenti internazionali non sono sufficienti se non c’è un’articolazione dei fattori responsabili della loro applicazione a livello comunitario, di quartiere e di isolato.

Fonte: Razones de Cuba

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...