La VII sessione plenaria del Comitato centrale analizzerà le questioni prioritarie del Paese

Print Friendly, PDF & Email

Sarà il secondo conclave dell’anno in corso e il settimo dopo l’8° Congresso del Partito, costituirà una valutazione globale e approverà la strada da seguire, a soli 15 giorni dal 65° anniversario del trionfo della Rivoluzione.

La 7ª Sessione Plenaria del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba si svolgerà venerdì e sabato prossimi e analizzerà “questioni prioritarie in campo politico, economico e sociale”, di cui verrà data ampia informazione al popolo, ha riferito il membro dell’Ufficio Politico e Segretario di Organizzazione del Comitato Centrale, Roberto Morales Ojeda, sul suo account sul social network x.

Questo è stato preceduto da un ampio processo di consultazione dei documenti da sottoporre all’analisi, in più di 34.000 incontri a cui hanno partecipato 750.000 persone, tra cui membri del Partito, membri della Lega dei Giovani Comunisti e non, come lavoratori, intellettuali, scienziati ed esperti di diversi argomenti.

Questo passo ha permesso di raccogliere più di 520.000 contributi e 148.000 suggerimenti, che sono stati utilizzati per arricchire e aggiornare i documenti e per costruire, a partire dalla saggezza collettiva, le proposte che saranno sottoposte al dibattito del Plenum.

Lo ha spiegato ieri in un incontro con la stampa Roberto Pérez Jiménez, membro del Comitato Centrale e responsabile del Dipartimento di Organizzazione, aggiungendo – come riporta l’Agenzia di stampa cubana – che i criteri emessi e le proposte avanzate su temi come la valutazione del rispetto delle Linee guida di politica economica e sociale e il Piano di sviluppo fino al 2030, affrontano la necessità di aggiornare e modificare alcune linee guida, incorporarne di nuove, correggere le deviazioni, cercare riserve e avanzare anche proposte per superare l’attuale situazione che il Paese sta affrontando in ambito economico.

Si valuterà anche la trasformazione del lavoro politico e ideologico e si farà una valutazione delle azioni e dell’adempimento dei protocolli stabiliti per eliminare la violenza di genere.

In questa occasione, anche l’Ufficio politico farà un resoconto del suo lavoro.

Questo, che sarà il secondo conclave dell’anno in corso e il settimo dopo l’8° Congresso del Partito, costituirà una valutazione completa e approverà il percorso da seguire, a soli 15 giorni dal 65° anniversario del trionfo della Rivoluzione.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it


La trasformazione della realtà cubana sarà al centro dei dibattiti del Partito Comunista

La ricerca di soluzioni per trasformare la realtà che il Paese si trova ad affrontare oggi sarà uno dei temi centrali della VII Sessione Plenaria del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba (PCC).

Il capo del Dipartimento di Organizzazione del PCC, Roberto Pérez, ha dichiarato alla stampa che il conclave, che si terrà il 15 e il 16, costituirà una valutazione completa e approverà il percorso da seguire, a pochi giorni dal 65° anniversario del trionfo della Rivoluzione cubana.

Ha spiegato che prima della sessione plenaria è stato realizzato un ampio processo di consultazione sui documenti che saranno sottoposti al dibattito in più di 34.000 riunioni.

All’ordine del giorno del forum c’è la valutazione del lavoro ideologico in conformità con le idee, i concetti e le linee guida dell’8° Congresso dell’organizzazione politica e le linee guida della politica economica e sociale del Partito e della Rivoluzione, nonché il piano nazionale di sviluppo economico sociale fino al 2030.

Secondo il leader politico, i criteri emessi e le proposte avanzate su questi ultimi due temi evidenziano la necessità di aggiornare e modificare alcune linee guida, incorporarne di nuove, correggere le deviazioni, cercare riserve e fare anche proposte che permettano di superare la situazione in cui versa il Paese nell’ordine economico.

Come nelle precedenti sessioni plenarie, l’Ufficio politico del Comitato centrale del PCC darà conto del proprio lavoro.

Saranno analizzate anche le azioni e il rispetto dei protocolli stabiliti per affrontare la violenza di genere, trattandosi di un problema sociale.

L’incontro, ha detto Pérez, sarà uno spazio per riaffermare l’impegno a continuare a costruire il socialismo e a promuovere con maggiore energia il movimento produttivo di cui il Paese caraibico ha bisogno per superare le limitazioni imposte dal blocco statunitense.

Secondo gli statuti del PCC, il Comitato Centrale è il massimo organo di direzione dell’organizzazione tra un congresso e l’altro e ha il potere di prendere le decisioni che ritiene opportune per rispettare le politiche e gli accordi del suo conclave.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it


Dichiarazioni di Roberto Pérez Jiménez sulla VII sessione plenaria del Comitato centrale del Partito

Il 15 e 16 dicembre si terrà la quinta sessione plenaria del Comitato centrale del Partito, durante la quale verranno discusse questioni politiche, economiche e sociali prioritarie. Roberto Pérez Jiménez, membro del Comitato Centrale del PCC e responsabile del Dipartimento di Organizzazione, ha rilasciato la seguente dichiarazione a riguardo.

Fonte: Partido Comunista de Cuba

Potrebbero interessarti anche...