Espandere i legami con tutti gli Stati dell’Unione Economica Eurasiatica

Print Friendly, PDF & Email

Discorso del Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, alla riunione del Supremo Consiglio Economico Eurasiatico, 25 dicembre 2023.

Vostra Eccellenza Vladimir Putin, Presidente della Federazione Russa;

Eccellenze, Capi delegazione dei Paesi membri del Supremo Consiglio Economico Eurasiatico;

Cari amici:

A nome del popolo e del governo cubano ringrazio l’invito del governo della Federazione Russa a partecipare a questa nuova riunione del Supremo Consiglio Economico Eurasiatico, e vorrei esprimere il mio apprezzamento al Presidente Vladimir Putin per l’efficace gestione da parte della Russia della presidenza degli organi dell’Unione Economica Eurasiatica durante il 2023, un anno in cui sono state promosse nuove aree di partenariato multiforme tra i nostri Paesi.

In qualità di Stato osservatore, Cuba continuerà a impegnarsi attivamente negli eventi e nelle manifestazioni dell’Unione economica eurasiatica per promuovere una collaborazione reciprocamente vantaggiosa all’interno dell’Unione.

La partecipazione di Artak Kamalyan, membro del Collegio e Ministro dell’Industria e del Complesso Agroindustriale della Commissione all’ultima Fiera Internazionale dell’Avana, e lo svolgimento in tale sede del panel speciale dedicato all’Unione Economica Eurasiatica, hanno sancito la volontà condivisa di espandere ulteriormente le relazioni economiche e commerciali dei nostri Paesi, in particolare nel settore agroindustriale e industriale, compresi i biofarmaci, in linea con i rispettivi piani di sviluppo e linee guida strategiche.

Entrambe le parti hanno convenuto che lo sviluppo della cooperazione tra l’Unione Economica Eurasiatica e Cuba è fondamentale per raggiungere l’obiettivo di creare nuove catene del valore e garantire il trasferimento di tecnologia, per il riorientamento verso regioni e mercati diversi.

La delegazione della Commissione ha inoltre partecipato al 1° Forum internazionale dei giovani imprenditori. Il coinvolgimento delle nuove generazioni di imprenditori dell’Unione, dell’America Latina e dei Caraibi in progetti commerciali interstatali con prospettive di integrazione rappresenta un enorme potenziale economico per la cooperazione.

Il Festival mondiale della gioventù, che si terrà in Russia dall’1 al 7 marzo 2024 e al quale parteciperà una rappresentanza di giovani cubani, potrebbe essere un’ottima occasione per raggiungere questo obiettivo.

Cari colleghi:

vediamo il nuovo meccanismo sovranazionale di assistenza finanziaria alla cooperazione industriale nell’Unione come una grande opportunità per i Paesi osservatori, che nel nostro caso dovrebbe permetterci di promuovere progetti comuni.

Desidero ribadire in questa sede l’intenzione di Cuba di approfondire la cooperazione nel commercio e negli investimenti nelle aree scoperte del mercato eurasiatico, come passo immediato per approfondire le relazioni economiche, commerciali, finanziarie e di cooperazione con i Paesi dell’Unione.

Allo stesso modo, ribadisco che per Cuba è della massima importanza espandere i legami con tutti gli Stati dell’Unione economica eurasiatica. Per questo motivo attribuiamo particolare importanza alla terza sessione della Commissione mista Cuba-Unione Economica Eurasiatica, che si terrà tra il 15 e il 16 gennaio 2024.

Consideriamo quell’incontro lo scenario propizio per tradurre in fatti l’interesse condiviso di continuare e ampliare il dialogo costruttivo per lo sviluppo e la realizzazione di progetti comuni, su base reciprocamente vantaggiosa, nei settori delle energie rinnovabili, dell’agricoltura, delle biotecnologie, dei prodotti farmaceutici e dell’industria, tra gli altri. È inoltre nostra intenzione rafforzare i legami culturali ed educativi. Ad esempio, la possibile creazione di un consorzio di università nell’Unione Economica Eurasiatica con la partecipazione cubana.

Prima di concludere, vorrei ribadire la piena certezza che potrete sempre contare su Cuba e sul nostro semplice ma impegnato contributo come membro osservatore dell’Unione, secondo un approccio che promuove l’unità, la complementarità e il rispetto reciproco nella diversità, a favore dello sviluppo e del benessere dei popoli e delle nazioni.

Vi ringrazio ancora per l’opportunità.

Muchas gracias.

Fonte: Granma

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...