Respingiamo la campagna di delegittimazione contro il presidente Petro e il suo governo

Print Friendly, PDF & Email

Chiediamo rispetto per la voce del popolo e per il mandato popolare emanato dalle urne dello scorso 2022 che hanno dato la vittoria a Gustavo Petro e al Patto Storico.

Le organizzazioni, le associazioni e persone che in Italia supportano il processo di pace in Colombia e gli sforzi compiuti dal Presidente Gustavo Petro per continuare sulla strada della pacificazione dopo un conflitto interno durato più di mezzo secolo, denunciano il rischio di una rottura istituzionale che aggraverebbe la già tesa situazione interna. Il Presidente Gustavo Petro, eletto democraticamente il 19 giugno 2022 con oltre 11.000.000 voti, ha lui stesso esortato le forze politiche impegnate per la pace e la società civile a mobilitarsi in difesa del governo.

Unendoci agli appelli della società civile colombiana, rivolti alla comunità internazionale, denunciamo la strategia portata avanti da funzionari statali e gruppi di potere al fine di delegittimare il governo, abusando delle proprie funzioni e mostrando un assoluto disprezzo nei confronti del dettato costituzionale, della legge colombiana e dei trattati internazionali.

La medesima strategia ora in atto contro il Presidente venne adottata quando Gustavo Petro occupava la carica di sindaco di Bogotá, spingendolo ad appellarsi alla Corte Interamericana dei Diritti Umani, da cui ottenne un verdetto a lui favorevole.

Il Fiscal General uscente, Francisco Barbosa, che ha da poco terminato il suo compito a capo della Fiscalía General de la Nación, ha dedicato gli ultimi mesi del suo mandato a delegittimare il governo di Gustavo Petro, attaccando – insieme alla Vicefiscal General Martha Mansera, e alla Procuraduría General de la Nación, guidata da Margarita Cabello – le istituzioni, la rule of law, e istigando le Forze Armate a non rispettare il mandato di Petro. Entrambi gli organismi dovrebbero garantire un imparziale svolgimento delle loro funzioni di controllo giudiziario.

Lo stesso Presidente ha denunciato che è in corso una persecuzione sistematica di ministri del governo, membri del congresso, sindacalisti, organizzazioni contadine e leader sociali. Numerosi giornalisti eminenti e onesti funzionari hanno denunciato, fornendo prove concrete, la rete di corruzione gestita da Francisco Barbosa, dalla Vicefiscal Mancera e dalla Procuradora Margarita Cabello.

Numerosi rapporti mostrano che in Colombia il tasso di impunità è pari al 94%.

Esprimiamo dunque il nostro pieno supporto al Presidente Gustavo Petro e ai suoi sforzi volti al raggiungimento della Paz Total in Colombia, un progetto che potrà realizzarsi solamente attraverso riforme socio-economiche strutturali, promesse in campagna elettorale e supportate dal voto popolare.

Esprimiamo inoltre solidarietà alle comunità colombiane in esilio, alla diaspora e alle organizzazioni di base che stanno organizzando presidi e manifestazioni in varie città del mondo (Londra, Madrid, Parigi etc.).

È importante che le organizzazioni della società civile italiane ed europee si attivino per difendere la democrazia colombiana e proteggere il primo governo progressista del paese.

Chiediamo pertanto al Parlamento italiano, al Governo italiano, al Parlamento Europeo e alla Commissione Europea di esprimersi a favore del Presidente Gustavo Petro nel rispetto della stabilità costituzionale e del mandato popolare avuto per l’implementazione degli Accordi di Pace e del progetto di Legge di Paz Total.

Aiutateci a diffondere

per aderire scrivere a: paceincolombia@gmail.com 

Titta Vadalà

Gloria Mendiola

On. Andrea Orlando 

Giovanna Martelli 

Don Massimiliano Parrella Casante Generale Opera Don Calabria 

On. Massimiliano Smeriglio 

Clelia Piperno

Francesca Casafina

Giuseppe Marino 

On. Chiara Gribaudo 

Laura Fano

Marco Consolo – Area Esteri PRC-SE

Eleonora Forenza (Segretariato Partito della Sinistra Europea) 

Maurizio Acerbo (Segretario PRC – SE)

Giovanni Russo Spena 

Rodolfo Ricci (FIEI)

Anna Camposampiero (Esecutivo Partito della Sinistra Europea e Segreteria PRC-SE) 

Ezio Locatelli (Segreteria Nazionale PRC – SE)

Domenico Musella 

Fonte

L’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba ha aderito all’appello

Potrebbero interessarti anche...