Il settore agricolo statunitense “ha sempre lavorato per trovare il modo di abbattere i muri”

Print Friendly, PDF & Email

Miguel Díaz-Canel Bermúdez, Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito Comunista e Presidente della Repubblica, riceve i Segretari dell’Agricoltura di diversi Stati americani e altri rappresentanti del settore agricolo statunitense.

È un piacere e una soddisfazione averli presenti a Cuba in una composizione così importante, con Segretari dell’Agricoltura di diversi Stati e rappresentanti del settore agricolo degli Stati Uniti”, ha sottolineato il Primo Segretario del Comitato Centrale del Partito e Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ricevendo la delegazione di agricoltori del nord che ci sta visitando.

Si tratta di un settore con cui abbiamo un rapporto di lunga data”, ha detto. Un settore che ha sempre avuto comprensione e sensibilità verso il popolo cubano”. Un settore, ha aggiunto, “che ha sempre lavorato per trovare modi per abbattere i muri; modi per un maggiore avvicinamento e vantaggi per entrambi i Paesi”.

Il Presidente ha sottolineato che “se non fosse per il blocco, avremmo molte opportunità reciproche di lavorare, di progredire a beneficio di entrambi i popoli”.

Siamo un Paese piccolo, ma non un mercato trascurabile; lavoriamo per assicurare cibo a undici milioni di cubani”, ha detto Díaz-Canel ai dirigenti agricoli e ha ricordato che esiste un dialogo permanente tra Cuba e gli agricoltori statunitensi e che le delegazioni di questo settore sono spesso ricevute sull’isola.

È la prima volta che l’Associazione Nazionale dei Dipartimenti dell’Agricoltura degli Stati Uniti (NASDA) organizza una delegazione in visita a Cuba.

Allo scambio hanno partecipato Ted A. McKinney, Presidente della NASDA; Megan McDonald, funzionario della NASDA; Donald F. Lamb, Direttore del Dipartimento dell’Agricoltura dell’Indiana; Bryan Paul Hurbult, Segretario dell’Agricoltura del Connecticut; Christine R. Clark, Segretario dell’Agricoltura del Montana e Michael Strain, Segretario dell’Agricoltura della Louisiana.

Hanno partecipato anche Blake D. Ramsey, responsabile della NASDA per la promozione del mercato; Thomas E. Peterson, segretario all’Agricoltura del Minnesota; Ronald J. Karney, responsabile della NASDA; Amanda Beal, commissario all’Agricoltura del Maine; Hugh Weathers, commissario all’Agricoltura della Carolina del Sud; Ernesto Baron, rappresentante della USAPEEC e della USA Rice Federation; e Paul Johnson, copresidente della U.S. Agriculture Coalition for Cuba.

Come è noto, il settore agricolo statunitense è stato uno dei più attivi e dinamici a favore del miglioramento delle relazioni bilaterali e della revoca delle misure coercitive.

L’attivismo degli agricoltori statunitensi è stato fondamentale affinché il Congresso degli Stati Uniti approvasse nel 2000 il Sanctions Reform and Export Enhancement Act, che ha permesso all’isola di acquistare prodotti alimentari, anche se a condizioni svantaggiose, imposte da settori anticubani e contro la volontà degli agricoltori statunitensi.

Secondo la cronologia di questi legami, i due Paesi hanno appoggiato progetti di legge per l’allentamento delle norme del blocco, come quelli che si oppongono al divieto di viaggiare a Cuba e quelli che mirano a favorire la concessione di crediti e ad autorizzare le esportazioni cubane verso la nazione vicina, attualmente vietate.

Dopo il ristabilimento delle relazioni diplomatiche, sono stati rafforzati gli scambi tra i due Paesi in ambito agricolo, con la firma di due memorandum.

Ci sono state numerose visite federali e statali sull’isola, oltre al viaggio compiuto a Cuba nel 2015 dal Segretario all’Agricoltura degli Stati Uniti e nel 2016 dal Ministro dell’Agricoltura cubano. Da segnalare anche le visite individuali di commissari e segretari all’agricoltura nelle Grandi Antille.

Negli ultimi anni si sono tenute diverse conferenze agricole tra i due settori, sia a Cuba che negli Stati Uniti. Durante i suoi due soggiorni a New York, il Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha tenuto incontri con i rappresentanti del settore, ai quali ha ribadito la volontà del nostro governo di ampliare i legami.

Gli attuali scambi tra i settori agricoli di Cuba e degli Stati Uniti, dopo il viaggio organizzato dalla NASDA, illustrano il reale potenziale di scambio rispettoso, di cooperazione e di interesse per l’avanzamento di progetti reciprocamente vantaggiosi che potrebbero caratterizzare le relazioni tra i due Paesi.

Fonte: Presidencia y Gobierno de Cuba

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...