La Palestina nella voce di Cuba, davanti alla Corte Internazionale di Giustizia

Print Friendly, PDF & Email

La Repubblica di Cuba ha chiesto un pronunciamento giuridico chiaro, forte ed energico in difesa del diritto internazionale sui crimini commessi da Israele contro il popolo palestinese davanti alla Corte Internazionale di Giustizia dell’Aia.

Il viceministro degli Esteri dell’isola, Anayansi Rodríguez Camejo, ha affrontato gli elementi giuridici per determinare la responsabilità della potenza occupante e degli altri attori internazionali coinvolti, nonché le implicazioni legali che dovrebbero corrispondere a tali atti od omissioni intenzionali, secondo quanto riportato dal sito web del Ministero degli Affari Esteri (Minrex).

Ha citato le violazioni contro il popolo palestinese, come la negazione del diritto all’autodeterminazione e le misure per alterare la sua composizione demografica, gli atti di annessione del suo territorio dal 1967 e lo status della Città Santa di Gerusalemme.

La questione palestinese, ha affermato, richiede una posizione chiara sulle conseguenze legali della non applicabilità e delle violazioni della Quarta Convenzione di Ginevra, aggiungendo che i blocchi terrestri, marittimi e aerei costituiscono punizioni collettive e sono violazioni estreme della libertà di movimento e del godimento dei diritti economici, sociali e culturali.

Ha sottolineato la necessità di affrontare la complicità di Paesi come gli Stati Uniti nel genocidio, nei crimini di guerra e contro l’umanità e nel regime di apartheid in Palestina.

Cuba ha concluso la sua dichiarazione con la richiesta di un chiaro pronunciamento da parte della Corte Internazionale di Giustizia, il cui parere consultivo dovrebbe stabilire le conseguenze legali per Israele, altri Stati e le Nazioni Unite, per le violazioni delle norme di proibizione della minaccia o dell’uso della forza, dell’uguaglianza dei diritti e dell’autodeterminazione dei popoli, nonché dei principali strumenti internazionali sui diritti umani, tra gli altri.

Fonte: Radio Habana Cuba

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...