Dichiarazione della FACRE “José Martí”

Print Friendly, PDF & Email

“Il popolo cubano ha il diritto di scegliere di continuare a percorrere i sentieri tracciati dall’eredità di Martí e Fidel”.

Dalla Federazione delle Associazioni dei Cubani residenti in Spagna (FACRE) José Martí:

CONDANNIAMO FERMAMENTE l’azione di vandalismo commessa a Colle del Lys Valle Susa, Torino, Italia, in cui sono stati profanati il Santuario di valore storico e culturale del Monte Arpone, Pico Fidel e l’Ecomuseo ‘Carlo Mastri’. Lì, nel 2017, le Amministrazioni comunali di Rubiana e Viù, la Comunità Montana Alpi Graie, il Comitato di Resistenza Colle del Lys, l’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba, l’A.I.C.E.C. (Agenzia per gli Scambi Culturali ed Economici con Cuba) e la Brigata Gino Donè, hanno eretto una stele di un legno pregiato originario di Cuba in omaggio al defunto presidente cubano Fidel Castro Ruz.

Riteniamo questo tipo di vandalismo degradante e indegno, un’azione che manca di rispetto all’eredità storica cubana, alle istituzioni italiane, alle organizzazioni del territorio e all’eredità storica italiana che viene onorata nel Santuario. Chiediamo che sia fatta giustizia e che tutto il peso della legge ricada sulle persone che hanno commesso il crimine.
Allo stesso modo:

RIAFFERMIAMO IL NOSTRO SOSTEGNO all’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba, all’A.I.C.E.C. (Agenzia per gli Scambi Culturali ed Economici con Cuba), al CONACI (Coordinamento dei Residenti Cubani in Italia) e alle Rappresentanze Consolari di Cuba in Italia, che sono state denigrate e minacciate da queste persone senza scrupoli.

Potrebbero interessarti anche...