El Encanto: un’operazione terroristica della CIA

Print Friendly, PDF & Email

Nelle ore del mattino del 13 aprile 1961, un collegamento con un’organizzazione controrivoluzionaria consegnò a González Vidal due fiaschette incendiarie preparate con esplosivo al plastico C-4, camuffate in pacchetti di sigarette Eden, molto in voga all’epoca, con l’istruzione di posizionarle in zone vulnerabili in modo che il fuoco si propagasse rapidamente. E così è stato.

Poco prima che il negozio chiudesse alle sei di sera, Carlos approfittò di un momento in cui era rimasto solo. Attivò una delle fiaschette e la mise tra alcuni rotoli di stoffa. Il destino dell’edificio di sei piani e 65 appartamenti, parte di una catena di negozi di lusso diffusa in tutto il Paese con filiali nelle principali città, esclusività del marchio Dior in Nord America, trasformato in uno dei locali preferiti dalle star di Hollywood, era segnato dal modesto cartello sulla facciata del negozio di lusso che ne annunciava la recente nazionalizzazione da parte del governo rivoluzionario.

Fonte: Razones de Cuba

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...