Cuba commemora la Giornata della Vittoria contro il fascismo a Cuba

Print Friendly, PDF & Email

Cuba ha commemorato oggi il 79° anniversario del Giorno della Vittoria contro il fascismo con un appello alla pace presso il Mausoleo del Soldato Internazionalista Sovietico nella capitale.

Il 9 maggio, noto come Giorno della Vittoria, commemora il trionfo dell’Unione Sovietica e delle truppe alleate sulla Germania nazista nella Seconda Guerra Mondiale (1939-1945).

La firma della capitolazione tedesca che segnò la fine della guerra avvenne l’8 maggio 1945, il 9 maggio secondo il fuso orario dei Paesi dell’Europa orientale.

Durante la cerimonia militare e l’atto politico, l’ambasciatore russo a Cuba, Victor Koronelli, ha ricordato come nel 1941, dopo l’invasione della Germania nazista, l’intero popolo sovietico si sollevò in difesa della patria e ha ringraziato i coraggiosi figli del popolo cubano che si unirono alle file dell’Armata Rossa come volontari.

Ha inoltre riconosciuto gli amici di Cuba che ancora oggi onorano tutti coloro che hanno combattuto contro il nazifascismo.

Ha inoltre sottolineato che non tollereranno i tentativi di riscrivere la storia e di cancellare dalla memoria l’impresa dei loro antenati.

“Il neonazismo deve essere sradicato, per questo abbiamo combattuto in passato, continuiamo a combattere ora e sicuramente vinceremo”, ha detto, aggiungendo che non dimenticheranno mai gli eroi, né coloro che hanno portato la pace nel mondo.

Da parte cubana, il generale di brigata e capo della Difesa Antiaerea e della Forza Aerea Rivoluzionaria (Daafar), il generale di brigata Mario Rodriguez, ha affermato che la vittoria contro il fascismo ha preservato la vita di milioni di persone, ha salvato l’eredità millenaria della cultura umana e il senso della dignità umana.

Alla commemorazione le nazioni di Russia, Kazakistan, Azerbaigian, Bielorussia, insieme alle Forze Armate Rivoluzionarie (FAR) e all’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli (ICAP) hanno deposto corone di fronte alla fiamma eterna che rende omaggio ai soldati sovietici che persero la vita in questa nazione caraibica in missione internazionalista.

Inoltre, sono stati piantati sei alberi nella foresta dell’amicizia del Mausoleo, simbolo delle relazioni tra i due Paesi, i popoli e le forze armate.

La cerimonia è stata presieduta dal Generale di Corpo d’Armata e Ministro delle FAR, Alvaro Lopez, insieme al Presidente dell’ICAP, Fernando Gonzalez.

Erano presenti anche i vertici delle FAR, del Ministero dell’Interno cubano, delle organizzazioni governative e politiche, insieme agli ambasciatori di Russia, Kazakistan, Azerbaigian, Bielorussia e ai rappresentanti del corpo diplomatico militare accreditato sull’isola.

Il 2024, il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha partecipato alle commemorazioni nella Piazza Rossa di Mosca su invito del suo omologo russo, Vladimir Putin.

Le celebrazioni per il Giorno della Vittoria contro il Fascismo si sono svolte in un giorno che segna anche il 64° anniversario dell’instaurazione delle relazioni diplomatiche tra l’isola e l’URSS, poi mantenute dalla Russia.

Fonte: Prensa Latina

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *