Valutazione degli accordi dell’11° Congresso della FMC

Print Friendly, PDF & Email

L’attuazione degli accordi adottati durante l’11° Congresso della Federazione delle Donne Cubane (FMC) e la partecipazione delle donne nella produzione agroalimentare sono stati valutati, giovedì 20 giugno, durante la sessione plenaria nazionale dell’organizzazione.

Teresa Amarelle Boué, membro dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e segretaria generale della FMC, ha analizzato la necessità di completare l’organico dei quadri e delle riserve in tutte le strutture, di aumentare la loro preparazione politica e ideologica per rafforzare il funzionamento a livello di base.

Questo è il problema principale al momento e per questo dobbiamo cercare soluzioni immediate nel reclutamento, perché ci sono compagne coraggiose con esperienza di leadership in vari settori della società, ha sottolineato.

Per quanto riguarda il lavoro di prevenzione sociale, Sonia Rivero López, seconda segretaria della FMC, ha sottolineato la necessità di una maggiore formazione sui protocolli d’azione in caso di violenza di genere, al fine di accompagnare meglio le vittime e di estendere i consultori femminili e familiari alle comunità.

Ha inoltre ritenuto prioritario diagnosticare nei quartieri coloro che non sono impegnati nello studio e nel lavoro e cercare alternative con i dipartimenti del Lavoro e della Previdenza sociale e la partecipazione a fiere del lavoro.

Rivero López ha sottolineato l’importanza di recuperare spazi comunitari per la socializzazione, incontri con i compagni presenti in tutti i settori della società per conoscere i loro problemi e rafforzare i gruppi di attenzione al Programma per l’avanzamento delle donne.

Un altro compito sarà quello di continuare a sensibilizzare i centri educativi e le famiglie sull’inserimento delle ragazze nel servizio militare volontario.

Per quanto riguarda la presenza delle donne nel settore agricolo, Anierka Fernández del Monte, membro della Segreteria nazionale per la promozione delle donne e l’attenzione alle famiglie, ha sottolineato che esse rappresentano il 43% della forza lavoro nell’agricoltura urbana e suburbana, legata a orti, fattorie di semi, case rustiche, organoponici, mini industrie, succhi di frutta e punti vendita.

Attualmente ci sono 69.675 cortili e appezzamenti per la produzione di alimenti, ortaggi, frutta, pollame, suini e ovini, ha detto.

L’alleanza delle Brigate FMC con l’Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori è testimoniata dalla creazione di 3.207 corporazioni con più di 83.000 donne iscritte, ha sottolineato il funzionario.

Più di 29.000 donne sono proprietarie terriere, 12.107 sono proprietarie, più di 16.000 sono usufruttuarie e, grazie al Programma per l’avanzamento delle donne, il 52,3% occupa posizioni dirigenziali e sono state create otto case di accoglienza per bambini nelle zone rurali, ancora insufficienti per soddisfare la domanda, ha detto Fernández del Monte.

In questa riunione si è deciso di creare una commissione per il reclutamento di quadri professionali, un gruppo di comunicazione per avanzare nella diffusione del lavoro della FMC, continuare la promozione del movimento di agricoltura urbana, sviluppare progetti di collaborazione per la ricerca di finanziamenti al fine di creare posti di lavoro e guidare il controllo popolare nella lotta contro il crimine.

Fonte: acn

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...