Lula: “Non devo dar conto a nessun banchiere, devo rispondere a poveri e lavoratori”

Print Friendly, PDF & Email

Con toni critici nei confronti del mercato finanziario, il presidente brasiliano Luiz Inácio Lula da Silva ha assicurato di non dover rendere conto ai banchieri, ma ai poveri del Paese.

“Non devo dar conto a nessun ricco di questo Paese, né a nessun banchiere. Devo rispondere ai poveri, ai lavoratori di questo Paese, che hanno bisogno che noi stiamo attenti e ci prendiamo cura di loro”, ha affermato in occasione di un evento a Salvador, nello Stato di Bahia, dove è stato lanciato un programma contro l’abbandono scolastico.

Durante il suo discorso, Lula ha affermato che il mercato lo critica per la spesa per l’istruzione. “Preferisco pagare per far studiare un bambino piuttosto che spendere soldi per metterlo in prigione”, ha detto il presidente, che ha intensificato i suoi viaggi nel Paese in vista della campagna elettorale, che inizierà tra un mese e mezzo, per le elezioni municipali di ottobre.

Fonte

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *