Smantellato un piano terroristico contro Cuba organizzato dagli USA

Print Friendly, PDF & Email

Le forze del Ministero dell’Interno (Minint) hanno smantellato un piano terroristico contro Cuba, organizzato e finanziato dagli Stati Uniti, secondo quanto riportato domenica dal quotidiano Granma.

A seguito delle indagini condotte dagli organi specializzati del Ministero dell’Interno, sono stati arrestati Ardenys García Álvarez, che era entrato illegalmente a Cuba e aveva portato armi da fuoco e munizioni via mare, e altre persone coinvolte residenti nel territorio nazionale.

García Álvarez era emigrato in quel paese nordamericano, illegalmente, nell’anno 2014.

L’azione faceva parte di un nuovo piano di reclutamento per compiere azioni violente, si legge nella nota del Ministero dell’Interno, che ricorda che nel dicembre 2023 il governo cubano ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica la lista delle persone ed entità che sponsorizzano il terrorismo contro Cuba.

Due giorni dopo sono state diffuse informazioni preliminari sulla neutralizzazione di un nuovo piano di reclutamento per realizzare azioni violente nel nostro Paese, che un cittadino cubano residente negli Stati Uniti intendeva portare a termine, ha sottolineato il testo.

Le azioni delle forze del Ministero dell’Interno hanno impedito i piani progettati, diretti e finanziati, ancora una volta, dagli Stati Uniti, e hanno generato un processo investigativo incentrato sui fatti e sulle persone coinvolte.

Alla fine del telegiornale nazionale di oggi, lunedì 8 luglio, la Televisione cubana offrirà un programma speciale con le prove dei piani e delle azioni terroristiche, nonché con le persone principalmente coinvolte in esse.

Fonte: CUBADEBATE

Traduzione: italiacuba.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *